Posted On 16 novembre 2015 By In Anthology With 491 Views

Svalutazione renminbi. Rischio esportazioni in Cina.

Da novembre 2013 allo stesso mese del 2015 il rapporto dollaro US/renminbi ha visto la moneta cinese svalutarsi del 35 %. La situazione economica nel mondo oscilla parecchio. Le continue variazioni modificano sensibilmente alcune scelte. A tal proposito ci sarebbe da fare una riflessione sulla questione cinese e della sua moneta: il renminbi. Da un punto di vista macroeconomico, appare preoccupante la direzione intrapresa dalla moneta cinese. Naturalmente, prevedere le oscillazioni valutarie è molto difficile. Inoltre, il governo non vuole che gli investitori conoscano le sue reali intenzioni, altrimenti il mercato sarebbe in vantaggio. Tuttavia ci sono alcuni elementi da considerare come ad esempio la recente forza del dollaro che ha comportato un apprezzamento del renminbi nei confronti di quasi tutte le altre valute.
Anche euro e yen giapponese si sono indeboliti del più del 15% nel corso degli ultimi anni. Nel frattempo, alcune valute dei Mercati Emergenti, come il real brasiliano o il rublo russo, si sono deprezzate del 40-50%. Tutto ciò ha messo sostanzialmente sotto pressione le esportazioni cinesi.
Una soluzione per i futuri movimenti del renminbi potrebbe essere la direzione del dollaro. L’intenzione del governo cinese sembra voler garantire una relativa stabilità alla divisa nazionale, ma un ulteriore rafforzamento del biglietto verde la renderebbe più difficile. Un ulteriore apprezzamento nei confronti del dollaro sarebbe altamente improbabile, mentre la possibilità di deprezzamento aumenterebbe in maniera significativa. Andrebbero quindi evitate le società che potrebbero pesantemente essere impattate da un renminbi più debole.