Posted On 10 marzo 2016 By In Benchmark With 581 Views

Le aziende dalle remunerazioni d’oro

Cosa offre il mercato del lavoro in questo momento? Lo sappiamo benissimo che il paese vive un periodo che non potrebbe essere definito di massimo splendore. A piccoli passi stiamo risalendo dalla difficile situazione di crisi che ha avuto il suo apice nel 2011.

Per ogni livello di inquadramento però, i cacciatori di buone remunerazioni farebbero bene a focalizzarsi in determinati settori.
La mappa delle remunerazioni nelle grandi società italiane che emerge dal Company Salary Index 2016 di JobPricing si basa sulle rilevazioni effettuate dall’Osservatorio di Repubblica.it . Queste rilevazioni emergono dal riscontro effettuato su 400 mila utenti anonimi che hanno compilato un questionario, formando un database che ha permesso di estrapolare una serie interessante di osservazioni.
La prima interessante estrazione è stata quella di definire per ogni ruolo aziendale (direttori, dirigenti, quadri manager, quadri, impiegati manager, impiegati) quali sono le aziende che offrono uno stipendio interessante.
Partendo dalla posizione di “quadro manager” le prime quattro aziende con la più alta remunerazione sono: Procter & Gamble (bevande e beni di largo consumo), Cisco System (Telecomunicazioni), General Electric (apparecchiature elettroniche) e Alfa Wassermann (Farmaceutico e biotecnologie).
Scendendo di ruolo ecco che nella posizione di “quadro” i più remunerati sono: Cisco System (Telecomunicazioni), Ubi Banca (banche e servizi finanziari), Wind (Telecomunicazioni) e Hewlett Packard ( Apparecchiature elettroniche).
Gli ultimi due gradini e cioè gli “impiegati manager” e gli “impiegati” vedono maggiori remunerazioni per i professionisti di Barilla (alimentari) Procter & Gamble (bevande e beni di largo consumo) Whirpool (apparecchiature elettroniche) e Luxottica (abbigliamento accessori, moda e lusso) in qualità di “impiegati manager”, mentre per quanto riguarda gli “impiegati” spicca con successo Banca d’Italia ( banche e servizi finanziari) Enav ( Trasporto e logistica), Procter & Gamble ( bevande e beni di largo consumo) e SOGEI ( servizi e consulenza It e software).
Risalendo nelle prime due posizioni ecco “direttori “ e “ dirigenti”. Tra i dirigenti i più remunerati sono quelli di McKinsey ( consulenza legale, fiscale e gestionale), di Salini Impregilo ( edilizia e costruzioni), di Poste Italiane ( servizi integrati a imprese ed enti pubblici) e di Astaldi ( Edilizia e costruzioni).
Se invece siete un “direttore” e volete guadagnare tanto ecco le aziende giuste per voi: Vodafone Italia (Telecomunicazioni), Kpmg (consulenza legale, fiscale e gestionale), Ferrero (Alimentari) e Procter & Gamble (bevande e beni di largo consumo).
La seconda interessante estrazione vede invece la creazione di una analisi delle remunerazioni in base all’industry di riferimento suddivisa per Lusso, Automotive, Gdo e commercio al dettaglio e Assicurazioni così suddivise:

Lusso (Giorgio Armani, Ermenegildo Zegna, Bulgari e Tod’s)
Automotive (Ducati, Automobili Lamborghini, Robert Bosch e Ferrari)
Gdo e commercio al dettaglio ( Coop Italia, Esselunga, Leroy Merlin e Gruppo Carrefour)
Assicurazioni ( Unipolsai , Società Cattolica di Assicurazioni, Unipol Gruppo Finanziario e Generali Italia)