Posted On 3 dicembre 2015 By In Benchmark With 622 Views

Studenti : Ecco le migliori città al mondo dove crescere professionalmente

Nonostante la tremenda scossa politico-sociale a seguito degli attentati di Parigi del 13 novembre, la città transalpina ha nuovamente guadagnato il primo posto nella “QS Best Student Cities Rankings”, la classifica stilata dalla QS che valuta le migliori città al mondo per gli studenti.

La “QS Best Student Cities rankings” è pensata per fornire a studenti e genitori un confronto dettagliato dei vari vantaggi delle potenziali città universitarie. Tali confronti si basano su quattordici parametri divisi in cinque categorie ugualmente ponderate e sono ideati per essere di particolare utilità agli studenti che decidono di studiare all’estero.

Il risultato positivo raggiunto anche quest’anno da Parigi è dovuto fondamentalmente a tre fattori: tasse basse, ragionevole costo della vita secondo la Mercer Cost of Living Index e il secondo più alto numero di rinomate università a livello mondiale tra le città considerate. Questi fattori, insieme ad un forte riconoscimento dei datori di lavoro nei confronti delle università parigine, sono le ragioni per cui Parigi si riconferma in cima alla classifica.

In questa speciale classifica troviamo sul podio anche Melbourne in seconda posizione e Tokyo in terza. A seguire nelle prime dieci posizioni troviamo Sydney, Londra, Singapore, Montreal, Hong Kong, Berlino e Seoul.

La classifica di QS viene realizzata considerando centoventidue città che ospitano almeno 250.000 abitanti e che vantano la presenza di almeno due o più università che compaiono nella “QS World University Rankings”, la classifica delle migliori università al mondo.

Motivo di gioia per Thierry Coulhon, Rettore de l’Université de Recherche Paris Sciences et Lettres che ha affermato: “Sono lieto di apprendere che Parigi appaia per il quarto anno consecutivo come la migliore città al mondo per studenti. Dopo i terribili attentati di cui questa città è stata vittima di recente, Parigi è più determinata che mai a difendere i suoi valori di solidarietà, libertà e creatività. Non c’è scudo più solido che possiamo utilizzare per contrastare la barbarie, poiché la conoscenza si basa sul principio di apertura verso gli altri: sapere aude “.

Anche Anne Hidalgo, sindaco di Parigi, fa eco a questo sentimento: “Parigi è orgogliosa di essere riconosciuta come la migliore città al mondo per studenti. I nostri giovani rappresentano la nostra più grande forza e incarnano la nostra più grande speranza. Portiamo avanti una ambiziosa politica che renda i giovani capaci di maturare, eccellere ed essere in grado di scegliere e costruire il proprio futuro. Continueremo a sostenere gli studenti offrendo loro opportunità in una città aperta, dinamica e creativa.”