Posted On 21 luglio 2016 By In Company news With 567 Views

CWT sigla un accordo globale con Airbnb

Carlson Wagonlit Travel (CWT), leader nell’organizzazione di viaggi d’affari e di meeting ed eventi, ha siglato un accordo globale con Airbnb.

Grazie ad esso, i responsabili viaggi delle aziende clienti CWT saranno ora in grado di offrire ai collaboratori più opzioni per le proprie trasferte, continuando a garantire sicurezza e tracciabilità, oltre a una maggiore flessibilità. CWT metteva già a disposizione dei suoi viaggiatori quasi mezzo milione di hotel; ora il numero complessivo delle strutture tra cui i viaggiatori serviti da CWT potranno scegliere raddoppierà. La partnership sarà operativa dal 1 Ottobre 2016.

«I viaggi d’affari stanno evolvendo rapidamente, in particolare cresce la richiesta da parte dei viaggiatori di maggiori opzioni e di personalizzare il loro viaggio – sottolinea Scott Brennan, President Hotels di CWT -. Con l’aggiunta di Airbnb alla nostra offerta, forniamo ai travel manager proprio la flessibilità di cui hanno bisogno. Questo accordo sarà particolarmente utile per i viaggiatori che effettuano trasferte di lungo periodo e che non vogliono necessariamente soggiornare in un hotel».

L’accordo con Airbnb viene incontro alle esigenze dei responsabili viaggi aziendali che nello studio CWT Travel Trends, Program Priorities 2016 hanno evidenziato l’importanza della sharing economy per il business travel nel 2016.

Inoltre, una ricerca condotta da CWT Solutions Group mostra che i viaggiatori d’affari possono risparmiare fino al 37% utilizzando Airbnb e che i pernottamenti realizzati nelle strutture Airbnb hanno durata molto più lunga, con una media di 7 notti.

CWT Antonio Calegari (low)

«Le abitudini dei viaggiatori sono ormai improntate alla consumerization, ossia al desiderio di replicare nell’ambito lavorativo ciò che sperimentano per i propri viaggi personali – fa notare Antonio Calegari, general manager CWT Italia -. Ecco perché è importante per CWT essere sempre in grado di offrire tutte le opzioni disponibili sul mercato, supportando al contempo le aziende nel mantenere un totale controllo sull’intera spesa di viaggio e sulla sicurezza dei viaggiatori».

«L’importante accordo con un operatore globale come Airbnb – continua Calegariè perfettamente coerente dunque con il nostro costante impegno per rappresentare la soluzione di riferimento a trecento sessanta gradi, “one-stop-shop”, per la gestione delle trasferte aziendali».