Posted On 24 Giugno 2020 By In Company news With 224 Views

Il futuro del Procurement secondo Spend Matters: viaggio verso l’autonomous procurement in 4 tappe

Secondo Spend Matters, bisognerà probabilmente aspettare il 2025 per vedere in azione piattaforme di procurement pienamente intelligenti ed effettivamente autonome, ma per le aziende è fondamentale iniziare a prepararsi oggi. Solo per chi parte oggi l’autonomous procurement potrà essere una realtà dei prossimi cinque anni.

La trasformazione è infatti già iniziata grazie alla rapida evoluzione di tecnologie digitali quali Intelligenza Artificiale (AI), Machine Learning, Robotic Process Automation (RPA) e l’Internet of Things (IoT), che stanno guidando la gestione del processo di acquisto verso modelli di Autonomous Procurement”. Per le aziende si tratta dunque di prendere familiarità con questi scenari e capire come procedere per implementare l’innovazione – passo dopo passo – nei processi del business, così da non restare indietro. 

Il white paper Spend Matters  The Journey to Your Autonomous Procurement Starts Now , realizzato in  collaborazione con JAGGAER fa il punto sui seguenti temi:

  • Cosa si intende per autonomous procurement e perchè è importante iniziare a pensarci oggi
  • Le quattro fasi del digital procurement: automazione, augmented procurement, intelligent procurement e autonomous procurement
  • Caratteristiche chiave delle piattaforme di augmented procurement
  • Perchè è importante implementare un database di informazioni ed una cronologia delle decisioni il più presto possibile
  • Come accelerare il viaggio verso l’autonomous procurement

“L’intelligenza artificiale è già presente nella nostra soluzione JAGGAER ONE e aiuta gestire la complessità insita nei processi source-to-pay. Il nostro obiettivo è investire sempre più nell’innovazione, per mettere a disposizione dei nostri clienti soluzioni in grado di accompagnarli nel percorso descritto dagli analisti Spend Matters.” spiega Mario Messuri, General Manager JAGGAER Italia e VP South Europe.

Scarica il White Paper Spend Matters cliccando qui >>

Lascia un commento