Posted On 5 dicembre 2016 By In Company news With 451 Views

Il park sharing? Condividere per risparmiare!

Se parcheggiare è diventato difficile e risulta troppo costoso avere uno spazio riservato, un box o un posto auto, esiste la soluzione, per risparmiare tempo e denaro. Dopo il “car sharing” la nuova tendenza è il “park sharing“, cioè la possibilità di condividere un posto per l’auto, la moto o la bicicletta, arrivando a risparmiare fino al 70% sui costi di parcheggio. Ma con il park sharing si può anche guadagnare.

Come? Affittando il parcheggio privato, anche solo negli orari in cui non lo utilizziamo, per esempio quando si è al lavoro. L’idea, anche in questo caso, arriva da una start up e si chiama ParkSharing, una vera e propria community dei parcheggi lowcost fatta dai privati, che mette in collegamento chi cerca parcheggio con chi ne affitta uno, che sia per un’ora, per un giorno, una settimana o un anno intero.

Basta registrarsi alla piattaforma per poter inserire la propria offerta o per cercare il parcheggio nella città e nella zona che servono. Avviato nel 2014 grazie ai due giovani ideatori, uno milanese e l’altro fiorentino, oggi ParkSharing raccoglie circa mille iscritti e offerte in tutta Italia, da Bolzano a Catania.

Massima sicurezza garantita: gli utenti della community sono tutti registrati e obbligati a fornire i dati personali per poter accedere al sito e ai servizi. Se un utente ha un comportamento scorretto viene eliminato e non può più accedere. La posizione dei parcheggi è indicata sulla mappa in maniera approssimativa e l’indirizzo viene comunicato al conducente solo dopo la prenotazione.

Una volta ricevuta la prenotazione (e il pagamento, con tutte le carte di credito, Paypal, bonifico bancario) i due utenti ricevono una e-mail contenente i dati della controparte. Così si può anche scegliere di fissare un incontro per conoscersi o, se necessario, consegnare le chiavi.

[GoGreen Newsletter del 1° Dicembre 2016]