Posted On 19 ottobre 2017 By In Company news, Congress & Meetup, Eventi With 376 Views

Le nuove competenze del CPO per rafforzare il posizionamento in azienda: la consulenza BCD Travel

Il posizionamento e il personal branding in azienda presentano oggi elementi di complessità per i Chief Procurement Officer. Se questo è vero, per chi non si occupa di acquisti core, la sfida è ancora più marcata: come accrescere il proprio peso e autorevolezza tra gli uffici di gestione?


Chi è responsabile del Procurement deve padroneggiare competenze anche in forte discontinuità l’una con l’altra: dal versante tecnologico a quello spiccatamente economico-finanziario e di processo, esplorando anche l’universo particolare e dinamico di ciascun settore all’interno del quale gestire l’approvvigionamento di beni e servizi per la propria realtà.
Per definizione, trattandosi di acquisti no-core, queste forniture sono sempre afferenti ad altri settori rispetto a quello in cui si posiziona naturalmente l’azienda – e quindi del quale il CPO ha più solido know-how. Ogni filiera, tuttavia, presenta proprie dinamiche specifiche: arrivare a comprenderne i flussi – marginalità di ciascun attore comprese – è fondamentale per dare corretta valutazione della congruità di un dato acquisto.
L’analisi a monte è quindi essenziale, come anche l’approfondimento a posteriori. Entra qui in gioco, infatti, una serie di competenze di gestione e di analisi statistica che non si limita a una lettura superficiale dalla spesa sostenuta, ma è in grado di far comprendere la solidità di un’analisi basata su ingenti eppure pertinenti moli di dati.
Per far sì che l’Ufficio Acquisti diventi, quindi, vero centro di consulenza interno per tante diverse professionalità è necessario scegliere di fare affidamento su esperti esterni in materia, colmando gap di conoscenza o di preparazione.
Nel business travel, avere al proprio fianco una Travel Management Company che strutturi con l’Ufficio Acquisti un piano di consulenza a tutto tondo può fare la differenza in uno dei settori no-core più importanti del portafoglio Procurement.

BCD Travel, tra le più importanti TMC a livello globale, affianca Chief Procurement Officer e Travel Manager nella gestione globale dei viaggi in affari in azienda, alimentando e rafforzando ciascuna delle aree di competenza del “nuovo” CPO.
In un settore complesso ma per il quale, a causa della nostra vita personale da consumatore travel, si rischiano errate o falsa valutazioni per la sua apparente immediatezza, poter contare sulla consulenza più aggiornata in tema di opportunità tecnologiche, di ottimizzazione dei processi, di fotografia dinamica del mercato, di trasparenza rispetto al modello di business adottato fa da cartina tornasole di un Ufficio padrone dei suoi Acquisti e “leader” nel senso più pieno e autorevole dell’espressione.
Approfondiremo questo e molto altro a Bologna il 29 novembre all’Hotel NH La Gare, in occasione del Meet Up “Procurement Business Intelligence: nuove competenze, opportunità e soluzioni”.

Per maggiori informazioni e iscrizioni, scrivi a events@theprocurement.it

 

Lascia un commento