Posted On 8 novembre 2016 By In Company news With 663 Views

Nel Cloud le Supply Chain dell’Industry 4.0

Una Supply Chain flessibile e agile è un imperativo al quale i responsabili aziendali hanno sempre fatto fatica ad adeguarsi. Spesso le richieste di maggiore flessibilità si accompagnano a riduzioni di budget per gli investimenti e, di conseguenza, anche per nuovi sistemi informativi o applicazioni. Dare flessibilità ai processi di Supply Chain significa dotarsi di sistemi di gestione delle informazioni in chiave collaborativa. Occorre disporre di sistemi in grado di acquisire, analizzare e indirizzare le informazioni in modo tempestivo in un’ottica collaborativa e di facile utilizzo. Spesso le aziende in carenza di risorse finanziarie, capacità di sviluppo di nuove applicazioni e d’integrazione tra sistemi eterogenei si sono avvalse della leva dell’outsourcing per garantirsi più flessibilità scontando però buona parte della visibilità dei processi di supply chain. Talvolta il razionale di queste operazioni di outsourcing era fondato su valutazioni di impatto sul valore aggiunto, ossia processi che non aggiungono valore al prodotto si possono dare in outsourcing al prezzo di mercato più contenuto. Tuttavia, se è vero che alcuni processi non creano valore (si pensi ad esempio alla logistica dell’ultimo miglio), è altrettanto vero che alcuni processi possono distruggere il valore percepito dal cliente. E questo oggi è sempre più un elemento critico: il cliente valuta ogni aspetto del rapporto con l’azienda con più attenzione. Se non altro esige maggiori informazioni proprio perchè sa che i sistemi IT sono più trasparenti, performanti, fruibili e accessibili. Caratteristiche, queste, tipiche delle soluzioni cloud, che per altro tocchiamo con mano ogni giorno utilizzando i nostri smartphone. Le aspettative per le aziende sono alte. Clienti e dipendenti si aspettano di poter accedere alle informazioni con la stessa facilità di utilizzo, trasparenza e rapidità.

Le soluzioni cloud danno proprio la possibilità di semplificare significativamente  la necessaria

 complessità informatica garantendo altresì  flessibilità e snellezza, caratteristiche delle supply chain dell’era moderna.

In sintesi, gestire in cloud la supply chain significa:Agilità. Adottare innovazioni in modo rapido senza costosi e lunghi progetti, scalando la soluzione in funzione della domanda senza far lievitare il back-office.

  1. Facilità. Applicativi moderni in cloud offrono esperienze immediate e fruibili utilizzando le stesse logiche di utilizzo a cui tutti noi ci siamo abituati tramite l’utilizzo di smartphone e applicazioni mobile.
  2. Gestire la Supply Chain nel Cloud consente l’integrazione con tutte le soluzioni IT esistenti (dal RFID all’IoT) grazie alla sua natura aperta e pervasiva.
  3. Efficienza. I costi del Cloud sono a consumo e pertanto modulati all’effettivo impiego, nessun esborso iniziale.
  4. Sicurezza. I dati sono critici e per questo Oracle utilizza le migliori tecnologie per la sicurezza, la cifratura, la scansione anti-virus e whitelist.
  5. Flessibilità e modulabilità. Ogni azienda ha priorità differenti in ambito supply chain. Che si tratti di Sourcing, Gestione, Ordini, Progettazione, Pianificazione, Produzione o Consegna, Oracle offre un ventaglio di soluzioni integrate e modulari per ognuna delle priorità di un’azienda moderna.

Il Cloud è la strada che sempre più aziende adottano per cogliere le opportunità fornite dal mondo dell’Industry 4.0 e dell’Internet of Things, con rapidità e a costi ridotti.

image008

Per maggiori informazioni scarica qui l’ebook di Oracle.

Alessandro Evangelisti

Finance & Supply Chain Cloud Evangelist- Oracle