Posted On 2 ottobre 2018 By In Company news With 131 Views

Ricerca CWT Meetings & Events: la domanda di meeting ed eventi salirà del 5-10% nel 2019

Group of friends celebrating on a boat cruise

La domanda di meeting ed eventi crescerà tra il 5 e il 10% nel 2019 e la dimensione media dei meeting aumenterà in quasi tutte le aree geografiche, sulla base dello studio 2019 Meetings & Events Future Trends pubblicato da CWT Meetings & Events, divisione della società globale di gestione dei viaggi d’affari Carlson Wagonlit Travel (CWT).

«Il settore meeting ed eventi a livello mondiale può attendersi un 2019 al rialzo», afferma Kurt Ekert, President & CEO di Carlson Wagonlit Travel. «Oltre alla crescente domanda in tutto il mondo, prevediamo anche a livello globale un aumento del 3,7% delle tariffe alberghiere e del 2,6% di quelle aeree».

Oltre alle previsioni dell’andamento dei costi con un dettaglio per area geografica, lo studio presenta anche la classifica delle destinazioni top per M&E in ciascuna area e offre una panoramica delle ultime tendenze del settore.

Pianificare in anticipo è la chiave. Il momento migliore per prenotare meeting ed eventi per piccoli gruppi è 30 giorni prima o più, mentre per gruppi numerosi il la tempistica ideale è oltre 75 giorni prima. Diversamente, i buyer rinunciano a un potenziale risparmio del 5-10%.

Lo Strategic Meeting Management (SMM) si espanderà anche al di fuori del Nord America, dove è già molto utilizzato. I dati evidenziano che lo SMM può ridurre del 22% il tempo speso per il sourcing e offrire in media un ulteriore risparmio del 19% sui pernottamenti.
«Lo Strategic Meeting Management – commenta Cindy Fisher, Senior Vice President and Global Head di CWT M&E – sposta l’ago della bilancia a favore dei clienti spingendo verso l’utilizzo dei fornitori preferenziali e analizzando la domanda per calcolare i tempi ottimali per garantire le migliori location, hotel e voli, con i prezzi più favorevoli».

Anche la tecnologia giocherà un ruolo importante. La rapida innovazione in questo settore sta contribuendo a creare esperienze più coinvolgenti e un apprendimento più personalizzato, consentendo al contempo l’acquisizione e l’analisi di moltissimi dati. Realtà aumentata, realtà virtuale, intelligenza artificiale, social media per stimolare il coinvolgimento, app ad hoc e micrositi sono alcune delle tecnologie che saranno sempre più presenti nel settore meeting ed eventi.

Le nuove tecnologie creano anche modalità più efficaci per monitorare ROI e ROE: basta pensare, ad esempio, ai dati per tenere sotto controllo la gestione dei meeting o ad app e online booking tool per prenotare i trasferimenti dei gruppi.

Queste piattaforme possono essere integrate nel processo di registrazione dell’evento, offrendo ai partecipanti l’accesso ai voli e agli hotel preferenziali in un unico strumento. Gestire online le prenotazioni, così come i viaggi d’affari in generale, aiuterà anche a ridurre i costi per i clienti. Un’altra tendenza sarà quella di utilizzare fornitori di portata globale per tutto quello che riguarda i trasporti.

 

L’esperienza dei partecipanti

Di pari passo con la tecnologia, aumenterà la domanda di spazi e attività non convenzionali, in particolare nelle destinazioni tradizionalmente più utilizzate per i viaggi incentive negli Stati Uniti e in Europa. I fornitori cercano di rendere l’esperienza più memorabile e gli hotel stanno investendo molto nell’area meeting ed eventi. L’utilizzo di spazi esterni insoliti come case sugli alberi, terrazze all’ultimo piano e persino isole, insieme alla “festivalization“, saranno le tendenze chiave per il 2019.
Anche i contenuti vedranno un cambiamento importante. Nel 2019 verranno sviluppati nuovi format, coinvolgendo sempre più i partecipanti nella creazione di contenuti tramite questionari, così come nell’identificazione degli argomenti e nella scelta degli speaker. Per questi non sarà più tanto importante il livello di notorietà, ma altri elementi. I TED Talks hanno infatti dato inizio a un modo completamente nuovo di presentare informazioni, mettendo in evidenza la conoscenza dell’argomento, la capacità di leggere il mercato e la connessione emozionale con il pubblico.

 

Previsioni per area geografica

Europa, Medio Oriente & Africa: il settore rimane positivo, con i mercati europei più maturi che spingono su un sempre maggiore coinvolgimento dei partecipanti e sulla creatività, rendendo gli eventi il mezzo ideale per massimizzare le potenzialità del contatto diretto in un mondo sempre più digital-oriented.

Le tariffe aeree dell’Europa occidentale sono quelle destinate a crescere più rapidamente a livello mondiale, con un aumento previsto del 4,8% nel 2019. Uno scenario diverso è atteso invece nell’Europa orientale, con un calo dei prezzi dei voli del 2,3%, nonché in Medio Oriente e Africa, che mostra una tendenza al ribasso del 2% circa.

Come per le tariffe aeree, i prezzi degli hotel in Europa occidentale aumenteranno più che nelle altre aree geografiche, con un rialzo atteso del 5,6% per il prossimo anno. L’Europa orientale vedrà invece un calo dell’1,9% nelle tariffe alberghiere, così come il Medio Oriente e l’Africa dove si prevede una riduzione dell’1,5%.

Nord America: la vivace economia dell’area sta supportando la crescita dei meeting. Il mercato vedrà un aumento del 14% nelle dimensioni dei gruppi nel 2019.

Le aziende tecnologiche, in particolare, si stanno adattando alla domanda di eventi personalizzati e più esperienziali, e hanno cominciato a organizzare riunioni più ristrette con 20-50 partecipanti in più città con cadenza semestrale.

L’aumento della regolamentazione sulla trasparenza nel settore farmaceutico sta influenzando i budget, ma la natura ciclica dell’industria a livello globale porta comunque le aziende con nuovi prodotti da lanciare a investire in meeting ed eventi, mentre quelle con prodotti vicini alla scadenza del brevetto potrebbero cercare di risparmiare fino al 30%.
CWT M&E prevede che le tariffe medie alberghiere aumenteranno del 2,8% nel 2019, e questo farà aumentare i costi per i buyer aziendali di meeting.
A fronte di prezzi del petrolio più elevati che iniziano a impattare sui profitti delle compagnie aeree, anche le tariffe aree sono attese in rialzo, con un incremento dell’1,8% nel 2019.

America Latina: l’area ha registrato un aumento del 26,7% della dimensione media dei gruppi, che diminuirà però del 5% nel 2019.

Nonostante una maggiore positività del mercato, la crescita economica della regione dovrebbe essere ancora relativamente lenta nel prossimo anno. Le tariffe degli alberghi scenderanno dell’1,3% nel 2019, mentre i prezzi dei voli vedranno un calo del 2%.

La recessione in Brasile, la più importante economia di questa area geografica, ha portato i grandi brand alberghieri a livello mondiale a vendere le loro proprietà a società locali.

Si prevede che la crescita in Argentina si riduca nel 2019 in seguito al crollo del valore del Peso argentino e alla garanzia da parte del paese per il nuovo prestito di 50 miliardi di dollari del Fondo monetario internazionale.

La Colombia si prevede rimanga stabile nel 2019, ma la domanda di meeting evidenzierà una crescita anno su anno.

In Messico, è probabile che la rinegoziazione dell’Accordo commerciale (NAFTA) con Stati Uniti e Canada impatti sull’economia del Paese.

In Perù e Cile la domanda per i meeting resterà stabile.

Asia Pacifico: si prevede che la forte crescita della regione continuerà nel 2019, con una dimensione media dei meeting in aumento del 3%. La Cina vedrà un’espansione costante anno dopo anno.

Vietnam, Myanmar e Filippine sono in fermento e diverse multinazionali vi hanno aperto degli uffici, generando più viaggi in entrata e in uscita attesi per il prossimo anno.

Si prevede che l’Asia-Pacifico farà da traino alla crescita globale nel 2019. Le tariffe aeree sono attese in aumento del 3,2% nel 2019 mentre quelle alberghiere saliranno del 5,1%.

Grazie a una crescita così forte in tutta la regione, la volontà delle aziende a investire in meeting ed eventi continua ad aumentare.

Lascia un commento