Posted On 7 Aprile 2020 By In Innovation '20 With 249 Views

SAP a supporto dei clienti per superare le difficoltà nella supply chain e nei viaggi d’affari causati da COVID-19

contributo Sap Innovation

Sicurezza e salute continuano ad essere la massima priorità in tutto il mondo in questa fase di conoscenza e gestione degli effetti del Coronavirus.

 

Tutte le aziende si trovano ad affrontare sfide senza precedenti in un momento in cui i ritmi di crescita dell’economia globale sono influenzati sensibilmente dall’estensione del contagio da COVID-19. I viaggi d’affari sono limitati, gli eventi vengono cancellati e le supply chain sono messe a dura prova – non è “ordinaria amministrazione” nel vero senso della parola.

SAP è stata fondata quasi 48 anni fa con uno scopo molto preciso: aiutare il mondo a funzionare meglio e migliorare la vita delle persone. In questo momento, più che mai, SAP sta operando in questa direzione e si trova in una posizione unica perché può realmente offrire un contributo significativo alle aziende e alle persone in un momento in cui l’interruzione della supply chain e dei viaggi di business è diventata un rischio molto reale.

 

Ariba Discovery per non fermarsi

Fino a fine giugno, SAP apre a tutti e in modo gratuito l’accesso a SAP Ariba Discovery in modo che qualsiasi acquirente possa pubblicare le proprie esigenze di approvvigionamento e qualsiasi fornitore possa rispondere secondo i propri  tempi di delivery. L’accesso a SAP Ariba Discovery aiuterà acquirenti e fornitori a connettersi in modo rapido ed efficace e ridurre al minimo le interruzioni causate da ritardi nelle spedizioni, problemi di disponibilità e aumento della domanda in tempi di crisi.

SAP gestisce la più grande rete commerciale del mondo, SAP Ariba Network, su cui sono presenti più di 4 milioni di fornitori in oltre 190 paesi con 3,21 trilioni di dollari in transazioni commerciali. SAP aiuta a stabilire le connessioni per mantenere integre le supply chain dei suoi clienti ed evitare che una possibile interruzione abbia impatti negativi sui consumatori finali.

Lascia un commento