Posted On 22 Marzo 2022 By In Innovazione With 129 Views

Gartner Top Strategic Technology Trends for 2022

In questo articolo riportiamo l’annuale rapporto di Gartner, denominato Gartner Top Strategic Technology Trends 2022, che ha previsto quali saranno le 12 tendenze tecnologiche che guideranno il business digitale e dell’innovazione nei prossimi tre o cinque anni, consentendo ai Ceo di offrire crescita, digitalizzazione ed efficienza all’azienda e posizionare Cio e dirigenti IT come partner strategici dell’organizzazione.

“I Ceo sanno che devono accelerare l’adozione del business digitale e sono alla ricerca di percorsi digitali più diretti per connettersi con i propri clienti”, afferma David Groombridge, VP Analyst, Gartner. “Ma con un occhio ai rischi economici futuri, vogliono anche essere efficienti e proteggere i margini e il flusso di cassa”.

 

 1. Data Fabric

Al primo posto tra i Top Strategic Technology Trends 2022, Gartner mette il data fabric, un’architettura che fornisce un’integrazione flessibile dei dati tra piattaforme e utenti aziendali rendendoli disponibili ovunque siano necessari, indipendentemente da dove risiedono.

Il data fabric può utilizzare l’analisi per apprendere e consigliare attivamente dove utilizzare e modificare i dati.

Secondo Gartner entro il 2024 le implementazioni dell’architettura data fabric quadruplicheranno l’efficienza nell’utilizzo dei dati, riducendo gli sforzi di gestione dei dati fino al 70%.

 

2. Rete di sicurezza informatica

La rete di sicurezza informatica fornisce un approccio flessibile e componibile che integra servizi e livelli di protezione che si modellano sulla base delle diverse esigenze.

La rete di sicurezza informatica può verificare in modo rapido e affidabile il contesto e l’identità, della persona o dell’oggetto che deve interagire con il sistema, per creare un servizio scalabile e interoperabile.

 

3. Privacy-Enhancing Computation

Il cosiddetto calcolo per il miglioramento della privacy protegge il trattamento dei dati personali in ambienti non affidabili, un aspetto sempre più critico a causa dell’evoluzione delle leggi sulla privacy e sulla protezione dei dati.

Il calcolo per il miglioramento della privacy utilizza una varietà di tecniche e di tecnologie di protezione della privacy che consentono l’estrazione di dati di valore pur soddisfacendo i requisiti di conformità.

 

4. Piattaforme cloud native

Le piattaforme cloud native migliorano il tradizionale approccio lift and shift al cloud, che non sfrutta a pieno i vantaggi del cloud, richiedendo una manutenzione più complessa e impegnativa.

Queste piattaforme, al contrario del modello lift and shift consentono di costruire nuove architetture applicative più resilienti, elastiche e agili, in grado di rispondere ai rapidi cambiamenti digitali.

Gartner ritiene che entro il 2025, le piattaforme cloud native serviranno da base per oltre il 95% delle nuove iniziative digitali.

 

5. Applicazioni componibili

Le applicazioni componibili servono agli sviluppatori per creare app assemblate su misura e sono costruite da componenti modulari business centric.

Le applicazioni componibili consentono alle organizzazioni di ridimensionare le funzionalità aziendali più rapidamente, riutilizzandole e riproponendole per formare applicazioni diverse, accelerando il time-to-market per nuove soluzioni software.

 

6. Intelligenza decisionale

In un contesto di rapido cambiamento, le organizzazioni sono tenute a prendere decisioni migliori e più rapidamente.

L’intelligenza decisionale è un approccio pratico per migliorare il processo decisionale organizzativo. Permette di modellare le decisioni in modo ripetibile per renderle più efficienti, attraverso la combinazione di tecnologie di integrazione dei dati, analytics e di automazione che accelerano il processo di valutazione e perfezionamento.

Secondo Gartner entro il 2023, più di un terzo delle grandi organizzazioni avrà analisti che praticano l’intelligence decisionale.

 

7. Iperautomazione

L’iperautomazione è un approccio disciplinato e orientato al business che consente la scalabilità e il funzionamento remoto, per identificare, controllare e automatizzare rapidamente il maggior numero possibile di processi aziendali e IT.

Gartner ritiene che entro il 2024 la spesa diffusa per l’iperautomazione aumenterà di 40 volte, rendendo la governance adattiva un fattore di differenziazione nelle prestazioni aziendali.

 

8. Ingegnerizzazione dell’IA

L’ingegnerizzazione dell’IA permette di rendere operativi gli aggiornamenti di dati, modelli e applicazioni per semplificare la distribuzione dell’IA.

In combinazione con una forte governance delle soluzioni di intelligenza artificiale, l’ingegnerizzazione dell’IA faciliterà un’organicità di analisi e di strategia per garantire il valore aziendale continuo.

 

9. Imprese distribuite

La pandemia da Covid-19 ha accelerato alcuni trend come lo smart working, configurando un modello ibrido dove l’impresa è distribuita per soddisfare al meglio le esigenze dei dipendenti, sempre più inclini a una modalità di lavoro ibrida, e dei consumatori remoti, che stanno alimentando la domanda di servizi virtuali.

Le imprese distribuite riflettono un modello di business digital first, remote first e secondo Gartner, entro il 2023, il 75% delle organizzazioni che sfruttano i vantaggi dell’impresa distribuita realizzerà una crescita dei ricavi del 25% più velocemente rispetto ai concorrenti.

 

10. Esperienza totale

L’esperienza totale è una strategia aziendale che integra 4 aree: l’esperienza dei dipendenti, del cliente, dell’utente e la multiesperienza.

L’obiettivo è quello di accelerare la crescita all’interno dell’azienda attraverso una gestione olistica di questi momenti.

Gartner sostiene che entro il 2026, il 60% delle grandi imprese utilizzerà l’esperienza totale per ottimizzare i propri modelli di business per favorire una maggiore fiducia, soddisfazione, lealtà e supporto di clienti e dipendenti.

 

11. Sistemi autonomi

Man mano che le organizzazioni crescono, la gestione manuale tradizionale non può scalare alla stessa velocità.

I sistemi autonomi sono sistemi fisici o software autogestiti che imparano dai loro ambienti e che agiscono modificando i propri algoritmi, basati su tecnologie di IA, in particolare di Machine Learning, in tempo reale.

Questi sistemi consentono di ottimizzare le prestazioni, creando un insieme agile di funzionalità tecnologiche in grado di supportare nuovi requisiti e situazioni.

 

12. IA generativa

L’intelligenza artificiale generativa consente ai computer di apprendere gli artefatti dai dati e generare contenuti simili all’originale.

L’IA generativa ha il potenziale per creare nuove forme di contenuti creativi, come i video, e accelerare i cicli di ricerca e sviluppo in vari campi.

Gartner rileva un crescente interesse per questa evoluzione dell’intelligenza artificiale e sostiene che entro il 2025 l’IA generativa rappresenterà il 10% di tutti i dati prodotti.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.