Posted On 29 Gennaio 2019 By In Innovazione With 175 Views

I leader del futuro dovranno realizzare la digitalizzazione per avere successo

Leadership

La capacità di guidare questa trasformazione dovrà andare di pari passo con le doti di leadership

Il procurement è digitalizzazione: in un contesto commerciale, i due concetti sono così intrecciati che sta diventando sempre meno possibile distinguerli. Così Steve Hall, Head of content and community di Procurement Leaders, introduce la sua opinione sul binomio procurement e trasformazione digitale, oggi al centro di molti cambiamenti.

Ora, prosegue, nessuno metterà in discussione il fatto che il procurement non può avere successo senza mettere in atto una strategia di digitalizzazione efficace. Questo non significa che un capo procurement di successo non deve anche essere un leader nei confronti delle persone, una persona in grado di influenzare il business e un costruttore di relazioni, ma tutte queste cose non possono essere fatte in modo sostenibile e credibile senza la digitalizzazione.

Chiunque nel mondo commerciale dirà che il percorso di digitalizzazione non riguarda solo le macchine, ma anche le persone. Ciò che intende è che la tipologia di skill fondamentali per il procurement sta cambiando, così come la cultura dei team, e stanno nascendo nuovi ruoli aziendali mentre altri stanno venendo automatizzati.

L’ultimo punto è un problema di natura emotiva, ma è parte dell’azione di bilanciamento che il Cpo moderno deve realizzare: per essere un leader, deve capire e adottare la trasformazione digitale ma, allo stesso tempo, deve costruire intorno a sé le capacità necessarie a tradurla in realtà. Per farla ancora più semplice: deve passare da quello che già ha in termini di personale, software e hardware a una visione del procurement completamente nuova.

Essere leader o perdere

George Westerman, dello Sloan Management’s Center for Digital Business del Mit, suggerisce che il progresso della digitalizzazione nelle aziende venga fatto derivare dallo sviluppo armonizzato delle capacità digitali e di leadership. Questo modo di pensare aiuta a definire la sfida del procurement: essere un leader che possa condurre la digitalizzazione o perdere.

Questa potrebbe essere una prova ardua, ma anche un’opportunità. Diventate dei “digital master”, come li chiama Westerman, e i vostri team guideranno il cambiamento in azienda, diventeranno architetti di catene del valore e influenzeranno il mondo. La tecnologia disponibile oggi rappresenta un’occasione di immaginare da zero la funzione acquisti, nonché uno spartiacque per le funzioni e i leader che non possono – o non vogliono – essere parte di questa rivoluzione.

«La tecnologia vi dà molto potere, la domanda è: cosa ne farete?», chiede Graham Wright, vicepresidente global procurement di Ibm. Nessuna domanda è più cruciale per la funzione acquisti.

Lascia un commento