Posted On 16 Novembre 2022 By In Innovazione, News With 52 Views

I trend che guidano le strategie del procurement

Il secondo studio annuale di Amazon Business dal titolo State of Business Procurement Report 2022, un sondaggio diretto ai buyer che ricoprono ruoli influenti negli Stati Uniti, esamina la rapida trasformazione del procurement B2B degli ultimi mesi e le tendenze per il futuro.

Sempre più e-procurement

La ricerca rivela un forte interesse per gli acquisti online in ogni settore e una maggiore attenzione alla responsabilità sociale delle imprese.

Il 91% degli intervistati dichiara di preferire l’acquisto online rispetto ai metodi tradizionali come distributori offline, negozi fisici, ordini telefonici, ordini di catalogo e riunioni di vendita. Le aziende di tutte le dimensioni stanno aumentando i loro acquisti attraverso l’e-procurement. Ma ci sono sfide in atto da superare affinché i buyer B2B possano fare ancora di più.

Il 52% dei buyer B2B ascoltati afferma che le informazioni online insufficienti sulle caratteristiche dei fornitori sono il motivo per cui non riescono a trovarne molti che si adattino agli obiettivi della loro attività. Il che rende evidente la necessità di un miglioramento delle informazioni per favorire sempre più la digitalizzazione e l’automazione dei processi (figura 1).

 

Figura 1. Le migliori tecnologie di procurement con investimenti pianificati per i prossimi 5 anni. Fonte: State of Business Procurement Report 2022. Creato con Datawrapper.

Il mantra della responsabilità sociale

Ma non solo. “Oggi, i team di approvvigionamento devono agire come promotori della trasformazione digitale, guardiani del budget e facilitatori del lavoro ovunque, promuovendo al contempo gli obiettivi di responsabilità sociale d’impresa“, si legge nel rapporto. “È un compito arduo per un dipartimento che deve affrontare anche sfide significative come l’inflazione globale, le interruzioni della catena di approvvigionamento e l’aumento del fatturato”.

Il 63%, inoltre, afferma che migliorare la sostenibilità nelle proprie pratiche di acquisto è un obiettivo prioritario (figura 2).

 

Figura 2. Le principali priorità del procurement per il 2022. Fonte: State of Business Procurement Report 2022. Creato con Datawrapper.

Conclusioni

I responsabili degli acquisti, dal grado di entry-level a quello di executive, hanno l’opportunità di promuovere l’efficienza e progettare congiuntamente un’organizzazione più focalizzata sulla produzione di valore implementando soluzioni digitali. Poiché l’e-procurement può offrire soluzioni e semplificazioni per una vasta gamma di esigenze, dagli acquisti spot a quelli più strutturati.

Come afferma il rapporto, la trasformazione digitale è un percorso continuo che richiede un’ottimizzazione costante basata su tecnologie in continua evoluzione, business insight ed esigenze dei clienti. E non è una misura unica: le aziende devono adottare le misure appropriate in base ai loro attuali investimenti, processi ed esigenze generali, quindi trasformarsi di conseguenza avendo sempre più come obiettivo anche la responsabilità sociale e la sostenibilità degli acquisti. Negli ultimi tempi il procurement sta emergendo sempre più come una funzione collaborativa, e ciò aiuta le organizzazioni a esprimere al meglio i loro valori.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.