Posted On 29 Luglio 2020 By In Innovazione With 29 Views

Il processo decisionale basato sui dati, la chiave per rimanere competitivi

 

Le aziende si affidano ai dati in innumerevoli modi per informare la loro risposta alla crisi. I Chief Data Officer (CDO) in ogni settore svolgeranno un ruolo critico nella risposta alle crisi e nella prossima normalità che ne seguirà: i CDO non sono mai stati così fondamentali per fornire alle organizzazioni dati tempestivi e precisi.

Tra i loro task principali non solo aprire la strada all’acquisizione, all’archiviazione e alla fornitura dei dati necessari, ma anche lavorare a fianco dei responsabili aziendali e funzionali per identificare e guidare queste nuove priorità senza tralasciare la redazione di report rapidi, la mitigazione di nuovi rischi relativi ai dati e il passaggio a un modello operativo prevalentemente digitale.

 

Sono tre le azioni che i CDO dovrebbero prendere in considerazione per aiutare le loro organizzazioni a superare la crisi e il panorama incerto che si prevede:

 

  • garantire che i team di dati e l’intera organizzazione rimangano operativi
  • guidare le soluzioni verso le sfide innescate dalla crisi che verranno
  • prepararsi per il prossimo normale (e agire presto)

 

Garantire che i team di dati e l’intera organizzazione rimangano operativi

La priorità per i CDO è quella di adottare misure per proteggere i dipendenti e aiutare a mantenere operativa l’organizzazione, salvaguardando i dati mentre le aziende si muovono rapidamente per rispondere alla crisi.

 

  • Abilitare la continuità aziendale

 

Man mano che la situazione si evolve e si sposta, i leader dei dati dovrebbero continuare a rivedere i piani di continuità operativa per le loro operazioni sui dati per garantire che vi sia un supporto adeguato sulle piattaforme di dati di base, identificando il personale chiave e ottenendo le esenzioni governative necessarie per il mantenimento dell’infrastruttura critica.

 

  • Configurare un centro nervoso dati COVID-19 dedicato

 

Il team del centro nervoso di dati COVID-19 dovrebbe includere proprietari di report, amministratori di dati, ingegneri di dati, data scientist e specialisti della visualizzazione dei dati. Questo gruppo dovrebbe essere strettamente integrato con il team di risposta COVID-19 a livello aziendale e guidare gli sforzi sui dati che rispondono alle esigenze del team più ampio, nonché a quelle di altri leader, come il rapido sviluppo di dashboard e report giornalieri sulle prestazioni dell’azienda

 

  • Garantire la protezione dei dati e la privacy

 

 Avere gran parte del personale che lavora in remoto per lunghi periodi di tempo, espone l’azienda a molti rischi e i CDO devono collaborare con i loro pari di sicurezza delle informazioni per aggiornare i controlli. 

 

Guidare le soluzioni verso le sfide che verranno

 I CDO possono aiutare in diverse aree: pianificare possibili scenari di stress, definendo i tipi di rapporti necessari per monitorare ciascuno di essi e emergendo con i dati necessari per costruirli; toccare in modo proattivo nuove origini di dati: il CDO dovrebbe diventare la persona di riferimento per tutti i dati necessari all’interno dell’organizzazione, non solo le fonti esistenti, ma anche quelle nuove e alternative, come video, audio e geospaziale; contribuire agli ecosistemi di dati per il bene pubblico, valutando le opportunità di scambio di dati  con colleghi di altre aziende, agenzie governative e organizzazioni non governative (ONG) per aiutare a risolvere i problemi della società legati alla crisi attuale

 

Prepararsi per il prossimo normale (e agire presto)

 

I CDO dovrebbero iniziare a pianificare ed eseguire iniziative che consentano alle loro aziende di emergere dalla crisi con migliori capacità di dati e resilienza organizzativa anche assumendo e trattenendo i migliori talenti. 

La crisi costringerà i CDO a rivedere le loro offerte in base alle nuove esigenze derivanti dalla prossima normalità, che probabilmente sarà più digitalizzata che mai. I report sui rischi e altre informazioni di business probabilmente cambieranno insieme ai dati che li popolano. I dati e i modelli di gestione della forza lavoro, approfondimento delle relazioni, marketing digitale e analisi della catena di approvvigionamento e del mercato dovranno tutti essere aggiornati. Questa sarà un’impresa intensa e significativa per l’intera organizzazione, che richiederà una leadership visionaria e comunicativa del CDO.

 

Sarà necessario investire in capacità aggiuntive che consentiranno all’organizzazione di creare maggiore flessibilità e tempestività nell’aggregazione e nella segnalazione dei dati. Un esempio sarebbe quello di condurre in modo proattivo “esercitazioni” per simulare uno scenario e produrre e discutere rapporti ad hoc. Rafforzando questo aspetto, si prevede che le organizzazioni saranno molto più preparate per eventuali successivi focolai o altre crisi, che avverranno probabilmente nei prossimi decenni.

 

Lascia un commento