Posted On 23 Giugno 2021 By In Innovazione With 74 Views

Settore packaging indietro su analytics e digital

Anche il settore del packaging ha bisogno di essere rivitalizzato: parola di Mckinsey. L’azienda ha infatti recentemente lanciato un sondaggio globale per analizzare il livello di adozione digitale del comparto, storicamente in ritardo. Per comprendere l’attuale stato di avanzamento e lo spazio di opportunità per il digitale e l’analisi sono stati intervistati diversi manager di più aree e regioni e alla fine si sono evidenziati 4 risultati chiave.

I dirigenti delle aziende di packaging intervistate si sono trovati d’accordo nel identificare come priorità il digitale e gli analytics nella creazione di valore. Al momento, le aree più avanzate in termini di adozione del digitale sono la produzione, la supply chain e la gestione delle risorse umane e dei talenti.

Molte delle aziende però stanno sfruttando il digitale per migliorare le funzionalità tecnologiche nel packaging stesso e dunque per migliorare la riciclabilità, la circolarità e la raccolta dei dati degli imballaggi. Secondo il 70% del campione il digitale potrebbe portare a miglioramenti dei costi complessivi di oltre il 5% per le aziende, mentre il 50% vede il potenziale per un aumento delle entrate e del capitale circolante di oltre il 5%.

Lo status del mondo del packaging secondo McKinsey

Visti tutti i benefici, perché allora anche il mondo del packaging non ha ancora introdotto in maniera massiccia la sfera digitale nelle loro operazioni? Forse perché mancava l’indicazione giusta per andare verso la direzione del digitale. McKinsey ha così evidenziato 4 aree principali su cui concentrarsi.

L’industria degli imballaggi sta affrontando una crescente pressione per la digitalizzazione, poiché la recente crescita dell’e-commerce, guidata dalla rapida espansione delle vendite di generi alimentari online, crea nuovi requisiti di imballaggio.Quale valore potenziale potrebbero trarre le aziende di packaging dall’applicazione di digital e analytics? In quali aree o funzioni?

  • il 22% ha affermato che il DnA è già una priorità dichiarata nella loro strategia
  • il 34% ha detto che è importante in tutte le funzioni aziendali
  • Il 42% ritiene che il DnA sia abbastanza importante, con il livello di importanza che varia in base alla funzione all’interno della propria azienda
  • solo il 2% ha affermato che il DnA non è importante

Tutti sono concordi sull’indicare che il DnA non è ancora completamente integrato nelle loro organizzazioni, suggerendo ampi margini di ulteriore progresso e sviluppo all’interno del settore. Per quanto concerne l’uso si sono evidenziati due livelli:

  • di base con strumenti digitali in tutte le funzioni (ad esempio software standard)
  •  livelli  più avanzati di integrazione nella produzione, nel commercio e nella finanza

Tra le aree chiave in cui viene applicato DnA troviamo:

  • interazione e coinvolgimento dei consumatori
  • miglioramento dell’economia circolare
  • monitoraggio e tracciabilità

Guardando al futuro, gli intervistati si aspettano che DnA cresca in importanza, consentendo sostenibilità e circolarità e migliorando la raccolta di informazioni sui consumatori e il coinvolgimento dei consumatori.

Creazione di valore

Secondo il campione sono tre le aree su cui l’applicazione di digitale e analytics possono creare maggiormente valore: produzione, vendite e la catena di approvvigionamento. E nel concreto migliorare il controllo della qualità, la gestione della pipeline per i clienti nuovi e attuali e la misurazione della customer experience, la pianificazione, la previsione, e la gestione dell’inventario. Questo, secondo le risposte del sondaggio fornite dalle aziende di packaging, favorirebbe una crescita dal 5 al 7% e un margine di +3-5% in 12-18 mesi.

Le aziende di packaging dovrebbero allora prendere spunto e seguire le orme di quei settori che invece hanno già intrapreso un viaggio digitale, puntando su:

  1. Sviluppare la strategia: definire gli obiettivi per ottenere valore dal digitale
  2. Identificare le aree su cui concentrarsi: poche ma ben definite
  3. Assicurarsi della presenza dei 4 fattori abilitanti: consegna agile, dati, talento e tecnologia.
  4. Agire sul modello di business

La direzione è quella dell’efficienza in termini di costi, crescita e produttività.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.