Posted On 30 novembre 2015 By In Know-how With 638 Views

3 consigli di Achilles su come essere un buon acquirente

Per operare in modo intelligente, le organizzazioni devono avere un buon approvvigionamento, e quelle che riescono a dimostrare di essere acquirenti efficienti sono in vantaggio. Infatti, l’Hackett Group ha rilevato, nel suo rapporto ‘Five characteristics of world-class procurement organisations’ (Cinque caratteristiche delle organizzazioni di approvvigionamento mondiali), che i migliori acquirenti hanno ridotto i costi di manodopera, outsourcing e tecnologia dell’1.6 per cento, dimostrando così che i fondi possono essere reindirizzati ad altre attività che aggiungono valore.

Ma come potete eccellere nell’approvvigionamento e diventare un’organizzazione acquirente efficiente? I consigli di Achilles sulle migliori unzioni di approvvigionamento fanno luce su alcuni comportamenti che le aziende devono tenere per poter migliorare le proprie operazioni di acquisto.

Esaminare i dati

I dati sono strumenti potenti e le organizzazioni che riescono a sfruttarli in modo efficace possono individuare potenziali rendimenti, garantire la conformità della catena di approvvigionamento, puntare a risparmi sui costi e contare sull’innovazione. Attraverso l’utilizzo di strumenti di gestione dei fornitori, come le soluzioni offerte da Achilles, è possibile sfruttare i dati per potenziare ogni funzione.

L’Hackett Group ha osservato che tutte le organizzazioni di approvvigionamento mondiali hanno gli strumenti per trasformare i dati in conoscenza attuabile, mentre l’89 per cento delle aziende ad elevate performance ha un livello di informazione significativo a sua disposizione, a fronte di un 43 per cento che non si classificano come le migliori.

Achilles Supplier Management è la nostra soluzione di pre-qualificazione dei fornitori e gestione del rischio che fornisce agli acquirenti le informazioni su tutti i fornitori che si registrano a una data community, in modo da poter individuare quelli con cui fare affari e gestire le aziende nella catena di approvvigionamento. Ciò significa che gli acquirenti sono in grado di identificare le aree di rischio e  i potenziali risparmi sui costi.