Posted On 10 luglio 2017 By In News, Real Time With 415 Views

Tecnologia è la parola d’ordine del procurement 2017

Il 2017 è l’anno della tecnologia per il procurement. Questo quanto emerge da una ricerca pubblicata settimana scorsa dove viene sottolineato come la tecnologia nel settore delle vendite abbia toccato i massimi storici.

Kirk Stromberg, uno dei principali ricercatori dietro la relazione sottolinea come  “ora il procurement sfrutta le migliori soluzioni tecnologiche per portare avanti i vari progetti aziendali”.

Molti professionisti della supply chain e del procurement sono d’accordo con la valutazione di Stromberg. “Si è avuto una spinta in più grazie all’uso della tecnologia”, spiega Marina Brown, direttore generale degli appalti a Quayle Foods, “il nostro vice direttore senior di indirect procurement, durante una riunione la scorsa settimana ha chiesto quale fosse stato il tweet della scorsa riunione”.

Tra i 600 addetti del procurement e dalla supply chain esaminati in questo studio, il 94% ha riferito di utilizzare regolarmente la tecnologia, mentre le percentuali più piccole ma ancora significative sfruttano le competenze (90%), dati (87%),  rapporti (81%) e innovazione (72,5%).

Insomma la tecnologia sta diventando sempre più importante nel settore del procurement e dalla supply chain!

Giorgia Pacione Di Bello

Lascia un commento