Posted On 12 maggio 2017 By In Finance, News With 445 Views

G7 Finanza – Verso una Web tax globale

Una nutrita agenda quella sul tavolo del G7 di Bari, dedicato ai ministri delle finanze e che vede la partecipazione dei governatori delle banche centrali di Stati Uniti, Giappone, Canada, Germania, Gran Bretagna, Francia e Italia, oltre ai vertici del Fmi, della Bce e della Banca mondiale.

Questa mattina, Pier Carlo Padoan ha affrontato la questione quanto mai delicata e trasnazionale della messa a punto di una web tax globale, capace di trovare gli strumenti più idonei per tassare i giganti del web in maniera coordinata in tutte le grandi economie mondiali.

A livello italiano, il parlamento si sta già muovendo per l’introduzione di un meccanismo di tassazione dei big del web, vista l’inezia che Airbnb, Amazon, Booking, Facebook, Google e Twitter, pagano al fisco italiano, 9 milioni di tasse nel 2016.

Oltre alla web tax, altre sono le priorità indicate dalla Presidenza italiana al G7: crescita e lotta alle disuguaglianze, coordinamento delle istituzioni finanziarie internazionali, tassazione internazionale e sicurezza come bene pubblico globale, contrasto del finanziamento al terrorismo, rimesse e la sicurezza cibernetica.

Lascia un commento