Posted On 29 agosto 2018 By In News With 135 Views

Import riso da Myanmar in aumento, ma proviene anche dai campi abbandonati dai rohingya

Headline news

Paolo Dellarole, presidente di Coldiretti Vercelli Biella, ha espresso la necessità di interrompere le agevolazioni sulle esportazioni di riso in Europa da parte di Myanmar (Birmania), che godono del sistema tariffario agevolato a dazio zero per i paesi che operano in regime Eba (tutto tranne le armi). Le agevolazioni hanno portato un aumento considerevole dell’importazione in Italia di riso birmano: +66% tra settembre 2017 e luglio 2018, rendendo Myanmar uno dei principali fornitori di riso del nostro paese. Il riso importato, però, viene raccolto anche dai campi che la minoranza rohingya è stata costretta ad abbandonare per sfuggire alla repressione militare nello stato occidentale del Rakhine. Il 26 agosto le Nazioni Unite hanno pubblicato a Ginevra un rapporto che chiede il processo per genocidio a sei generali di fronte a una corte internazionale. «Non è accettabile che l’Unione europea continui a favorire, con le importazioni, la violazione dei diritti umani nell’indifferenza generale. Tutti i prodotti che entrano nei confini nazionali ed europei dovrebbero, invece, rispettare gli stessi criteri di controlli a tutela della dignità dei lavoratori», ha affermato Dellarole.

Lascia un commento