Posted On 26 settembre 2017 By In Real Time With 341 Views

Procurement Italia: la svolta green dell’Italia tra Cso e sostenibilità

Il procurement riguarda in generale il mondo delle aziende nella sua varietà e complessità, e comprende dunque realtà anche molto distanti tra loro che poco o nulla hanno spartire se non la struttura aziendale e i valori a essa legati. Quest’ultima rappresenta infatti il filo rosso che accomuna queste società a livello di management, ma se cambiano i valori cambia anche la gestione aziendale, e con essa appunto la struttura stessa della società.

In questo senso viviamo indubbiamente in tempi complessi e rapidissimi per quanto riguarda l’innovazione, merito della sempre più potente e versatile tecnologia che negli ultimi anni ha permesso al mondo di connettersi, comunicare, elaborare e immaginare più velocemente: anche a livello aziendale questa rivoluzione digitale ha cambiato i contorni della stessa finanza, ma nonostante quello che si potrebbe pensare non è il digitale il vero perno su cui si baserà l’evoluzione aziendale nei prossimi anni. Il vero tema centrale sul quale tutto il mondo sembra convergere è infatti la sostenibilità, un valore che anche in ottica futura assume sempre più importanza nell’agenda strategica delle aziende.

Questo è infatti quello che emerge osservando non solo le principali notizie di cronaca finanziaria (colossi come Ikea e Mercedes hanno già annunciato la propria svolta green) ma soprattutto i dati e le statistiche forniti dalle più autorevoli fonti: noi riferiamo gli affidabili dati della Spencer Stuart, società statunitense leader nella consulenza aziendale e specializzata nel reclutamento di figure dirigenziali, la quale raccogliendo e analizzando i dati e le strategie di oltre 400 grandi gruppi internazionali ha confermato il netto cambio di direzione in ambito sostenibile a tutti i livelli aziendali, dalla mera produzione al sistema di trasporti e consegne fino alla ormai fondamentale figura del Chief Sustainability Officer o Cso. Quest’ultimo in particolare è un ruolo che ha mostrato un incremento impressionante negli organici delle società considerate, dove negli ultimi anni il numero effettivo di Cso è più che raddoppiato. In un mondo e un’economia sempre più green è in effetti normale che la figura del responsabile delle strategie di sostenibilità sia sempre più richiesta e importante, ma stupisce senza dubbio il ritmo di crescita in ambito internazionale di questa figura importante valore aziendale.

Untitled design (15)

La sostenibilità è dunque tra i più importanti market e management mover non solo per il 2017 ma soprattutto per i prossimi anni, ma di fronte a questo scenario come si mostra il nostro Paese? È pronta l’Italia a sostenere anche a livello aziendale una svolta verde in senso sostenibile? A rispondere a questa domanda è per noi Gianluca Bianchi, esperto consulente di Spencer Stuart che afferma: “Nonostante in passato anche nel nostro Paese il tema della sostenibilità aziendale fosse un concetto limitato alla Responsabilità sociale d’impresa (Csr) e considerato accessorio rispetto al modello di business adottato, oggi le aziende sono sempre più coscienti che si tratta di una cultura insita nell’attività d’impresa e che esiste un legame sempre più stretto tra sostenibilità e performance. Allo stesso tempo, dalla nostra analisi emerge chiaramente come stiano cambiando anche le funzioni e le competenze richieste a livello manageriale, in particolare con riferimento alla figura del Chief sustainibility officer, il manager protagonista di questo ambito specifico del mondo aziendale. Anche il nostro Paese, seppur con una certa lentezza, sta iniziando un percorso in cui si considera la sostenibilità aziendale un modo per creare valore”.

Tra le realtà più impegnate in questo senso nel Belpaese ricordiamo Eni, Autogrill e Costa Crociere, ma ormai il vento sui mercati finanziari ha cambiato direzione e come conseguenza sono sempre di più le aziende coinvolte nell’obiettivo condiviso di sviluppare una struttura aziendale che sia efficiente, pratica, digitale e completamente sostenibile. Siamo comunque all’inizio di un processo dove vi sono ancora enormi margini di miglioramento, ma è ormai chiaro che la sostenibilità sarà protagonista assoluta degli equilibri aziendali e di questa crescita dalla quale emergeranno indubbiamente nuove e redditizie opportunità di sviluppo. Di questo tema si occuperà poi anche il prossimo evento di The Procurement, il Sustainable Procurement Summit ’17 che si terrà alla Mediolanum Corporate University di Basiglio (Milano) il prossimo 18 ottobre dalle 9.00 del mattino fino a sera: la giornata sarà ricca di spunti interessanti, tanti interventi dei nostri esperti e diversi focus group che sapranno offrirvi un approccio stimolante e pragmatico al tema della sostenibilità, utili consigli da applicare all’interno della vostra azienda e alla vostra intera Supply Chain.

Lascia un commento