Posted On 27 marzo 2018 By In Sostenibilità With 185 Views

Budweiser: contro le tasse sull’alluminio punta sulla sostenibilità

Il marchio di birra Budweiser è in difficoltà negli Stati Uniti: il valore delle vendite al dettaglio è crollato del 17% dal 2010 fino alla fine del 2016, secondo l’analisi di mercato di Iwsr.

La birra, della multinazionale Anheuser-Busch InBev, diventerà più cara in base alla decisione di Donald Trump di aumentare le tasse sulle importazioni di alluminio, cosa che la compagnia lo ha sollecitato a riconsiderare. Infatti, ha dichiarato l’azienda, circa la metà delle proprie birre, vendute negli Stati Uniti, hanno confezioni di quel materiale.

L’Ad Carlos Brito ha dichiarato, secondo quanto riporta Bloomberg: «Quando tassi l’alluminio negli Stati Uniti, è certo che il prezzo della birra al consumatore aumenterà. Per esempio, il 10% in più sui prezzi attuali rappresenterebbe dal 2 al 3% in più nel prezzo per il consumatore. È più dell’inflazione». Per risollevare le sorti del marchio, l’azienda ha deciso di puntare sulla comunicazione della sostenibilità. Dal mese prossimo, sulle lattine sarà presente l’indicazione che il 100% del contenuto è prodotto tramite energie rinnovabili.

«Budweiser sarà pioniera dell’energia rinnovabile nel mondo», ha affermato Brito. AB InBev, infatti, ha l’obiettivo di produrre tutti i suoi marchi di birra usando fonti energetiche rinnovabili entro il 2025. Per raggiungerlo, i partner investiranno circa 2 miliardi di dollari in energie rinnovabili, secondo quanto affermato da una portavoce.

Fonte: Thomas Buckley e Jason Kelly, Bloomberg

Lascia un commento