Posted On 15 Marzo 2022 By In Sostenibilità With 197 Views

Le potenzialità dell’IoT per l’efficienza energetica

I temi della sostenibilità ambientale sono protagonisti di dibattiti a livello internazionale e la necessità di digitalizzare le catene di approvvigionamento per ridurre gli impatti ambientali è ormai convinzione diffusa e consolidata.

Alla luce del conflitto tra Russia e Ucraina e della delicata situazione geopolitica in atto, la tematica che ruota attorno all’efficienza energetica ricopre un ruolo cruciale per governi e organizzazioni di tutto il mondo.

La crisi energetica ha scatenato un conseguente aumento dei costi delle materie prime, ecco perché in questo momento è fondamentale ottimizzare le risorse energetiche a disposizione, cercando di ridurre quanto più possibile i consumi, per far fronte alle future problematiche di approvvigionamento.

Secondo i dati dell’Agenzia Internazionale dell’Energia (IEA) il consumo globale energetico aumenterà di circa il 37% entro il 2040, provocando, di conseguenza, notevoli pressioni sulle forniture energetiche.

In particolare, negli ultimi due anni, il mercato energetico internazionale è stato influenzato prima dalla pandemica e adesso dalle tensioni globali che hanno impattato sensibilmente sui prezzi delle commodities energetiche più importanti tra cui il gas, l’energia elettrica e il petrolio.

 

Tecnologia a supporto della sostenibilità

 In questo contesto di incertezza, le moderne tecnologie digitali possono fornire un aiuto prezioso per limitare gli sprechi di energia e concorrere agli obiettivi di sostenibilità.

Non solo vantaggi a livello di innovazione e automazione, secondo gli esperti, l‘IoT può contribuire a migliorare i processi di efficienza energetica, ridurre le emissioni di gas serra e guidare il cambiamento per aiutare l’uomo a migliorare la qualità della vita e dell’ambiente in cui vive.

 

IoT Energy Management

Per capire meglio in che modo l’IoT è in grado di incidere sui livelli di efficienza energetica è necessario partire dalla definizione di IoT management.

Con IoT Energy Management si intende il processo di pianificazione e di gestione dei modelli di consumo energetico in diversi settori. I sensori IoT monitorano i modelli di consumo e forniscono informazioni precise e in tempo reale su aree inefficienti, permettendo di effettuare operazioni di manutenzione predittiva, anche grazie all’impiego dell’IA.

 

IoT in azienda

Investire nelle tecnologie IoT dell’industria 4.0 può generare un vantaggio competitivo a diversi livelli.

In ambito industriale, ad esempio, la misurazione intelligente e le previsioni basate sui dati ottimizzano il controllo delle spese e degli investimenti lungo la catena di approvvigionamento, limitando gli sprechi.

Nello specifico, a livello aziendale, l’ambito energetico si è rivelato particolarmente adatto a numerose applicazioni di IoT, poichè consentono di integrare nei processi e nei sistemi informativi dell’azienda, una gamma eterogenea di tecnologie come sensori, contatori, macchinari, unità di ricarica, trasformatori ed inverter.

Disporre di dati accurati sui consumi energetici permette di effettuare un’analisi approfondita, individuare gli sprechi, verificare l’efficienza di impianti e linee di produzione. In questo modo è possibile controllare i dispendi energetici inutili e pianificare le attività aziendali anche in funzione delle migliori condizioni di risparmio energetico.

 

Vantaggi dell’introduzione di sensori IoT in ambito energetico

– Manutenzione predittiva degli impianti di produzione

– Ottimizzazione dei processi produttivi

– Miglioramento delle misure di sicurezza degli impianti e possibilità di prevenire gli incidenti

– Sviluppo di reti elettriche intelligenti più efficienti in ottica smart-city

– Ottimizzazione dei consumi da parte degli utenti finali

– Riduzione dell’impatto ambientale associato alla produzione e al consumo di energia

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.