Posted On 26 Maggio 2021 By In Sostenibilità With 77 Views

Come accelerare la ripresa dell’azienda?

Da una parte la pandemia, dall’altra le tensioni commerciali internazionali: le aziende vivono un momento di pressione perché vogliono ottenere risparmi e liquidità. In quest’ottica il team procurement può offrire una soluzione a lungo termine. Vediamo come secondo il punto di vista di McKinsey&Company

Una fonte spesso sottovalutata in azienda infatti è il procurement, che può svolgere un ruolo di primo piano. Purtroppo però molte organizzazioni non hanno dedicato tempo e risorse sufficienti per perseguire efficacemente miglioramenti operativi e priorità strategiche. Troppi infatti trascurano iniziative strategiche a lungo termine, come la capability building, la digitalizzazione e lo stress test della supply base, che promuovono la resilienza. Si dovrebbe quindi avere un approccio olistico che bilanci le attività a breve termine con quelle a lungo termine.

Ecco allora che McKinsey&Company ha evidenziato alcune azioni che potrebbero implementarsi.

Adottare un approccio su vasta scala per l’ottimizzazione della spesa

Il tradizionale approccio con cui si valutano solo poche categorie alla volta, si traduce in miglioramenti lenti. Per accelerare l’impatto il procurement  può adottare un approccio su vasta scala per generare risparmi in tutte le categorie in un lasso di tempo più breve. Una negoziazione con il fornitore può essere un modo efficace per identificare l’intera portata delle opportunità di risparmio.

Per la coda lunga di piccoli fornitori, l’armonizzazione delle condizioni contrattuali sulla base di un obiettivo di riduzione del risparmio (ad esempio, tra il 2 e il 5%) può essere efficace. Le leve per l’ottimizzazione della liquidità, come i termini di pagamento uniformi, sono un’altra potenziale fonte di risparmi a lungo termine.

Usare il digitale per accelerare il processo decisionale

L’ufficio acquisti necessita di una soluzione digitale che generi intuizioni fruibili e fornisca trasparenza nelle opportunità di risparmio.

Una soluzione ben progettata aiuta a identificare e assegnare priorità in tutte le categorie, accelera il processo decisionale e consente loro di concentrarsi su attività a valore aggiunto. Oltre agli strumenti che eseguono analisi, la soluzione dovrebbe fornire dashboard con dati e approfondimenti aggiornati regolarmente sull’evoluzione della spesa nel tempo per ciascun fornitore, il divario tra la spesa effettiva e quella teorica basata sui should-cost per fornitori specifici e l’impatto del singolo approvvigionamento sulla spesa totale.

Sviluppare capacità digitali in tutta l’organizzazione

Per progettare un percorso di apprendimento efficace, un’organizzazione inizia valutando il talento del team e identificando le lacune di capacità. Durante tutto il viaggio, l’organizzazione tiene traccia dei propri progressi e confronta le capacità che sta sviluppando con quelle di altri attori del settore.

Affrontare i problemi strutturali

Per gettare le basi per il risparmio a lungo termine, le aziende dovranno probabilmente risolvere problemi strutturali come tempi di consegna, termini di pagamento e reclami. E questo spesso non avviene perché mancano le conoscenze specialistiche e le risorse necessarie per affrontare le sfide. Le aziende possono alleviare lo stress armonizzando i termini di pagamento tra tutti i fornitori. Una revisione rapida e integrata dei termini di pagamento correnti può avere un impatto sostanziale sul flusso di cassa e un’azienda può migliorare i giorni da pagare in sospeso (DPO) attraverso tre leve:

  • aumentare i giorni dei termini di pagamento
  • posticipare l’inizio dei termini di pagamento (ad esempio, passare dalla data di emissione della fattura alla data di ricezione della fattura)
  • ridurre la frequenza dei pagamenti

In questo modo è possibile migliorare le performance del flusso di cassa del 25%.

Creare fiducia tra azienda e fornitore

Sviluppare un progetto in comune significa per i fornitori coinvestire nella progettazione di nuovi prodotti al fine di ottenere costi sostenibili e ottimizzare i beni forniti. Il miglioramento delle relazioni con i fornitori e delle modalità di lavoro consentono una collaborazione più efficace. Ma non solo perché così il procurement può diventare via via più consapevole di come si possano generare risparmi  attraverso la collaborazione.

Per affrontare le sfide della collaborazione si possono adottare metodologie agili che aiutano a lavorare faccia a faccia con i propri stakeholder aziendali.

Nella crisi attuale, le aziende possono ripensare e rimodellare la funzione di approvvigionamento. Il primo passo per creare gli Acquisti di nuova generazione è identificare le esigenze aziendali con la massima priorità e gli strumenti digitali che sosterranno gli sforzi per affrontarle.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.