Posted On 1 Febbraio 2021 By In Sostenibilità With 139 Views

Trasformazione digitale: come non entrare in stallo

Una survey di McKinsey&Company analizza come non far entrare in stallo la propria trasformazione digitale aziendale, ancor prima che possa generare effetti positivi. Spesso i motivi del rallentamento sono gestibili, perché sotto il controllo diretto dell’organizzazione.

Sette progetti di digitalizzazione su dieci hanno rallentato o si sono fermati, secondo le stime. Questo dovrebbe far capire che in molti casi qualcosa non va e al tempo stesso che è l’azienda stessa l’artefice dell’andamento dell’iniziativa e che quindi può concretamente deciderne le sorti nel breve e medio termine. Al contrario di ciò che si pensa non sono le interruzioni del mercato o i cambiamenti normativi a creare lo stallo, ma piuttosto problemi di risorse, poca chiarezza e allineamento e, infine, la scarsa qualità della strategia digitale.

Con una rigorosa gestione del cambiamento, comunicazione interna e definizione dell’impatto del progetto è possibile rigenerare interesse e impegno, riprendendo lo slancio iniziale. Per eseguire una trasformazione che duri nel tempo è necessario chiarire le tempistiche e l’impatto economico previsto ancor prima che l’attività di trasformazione abbia inizio.

Trasformazione digitale e stallo: dati alla mano

Nove intervistati su dieci confermano che negli ultimi 3 anni in azienda è stata intrapresa una trasformazione digitale, ma il 70% di queste ha perso slancio ad un certo punto e il 60%, come già anticipato, ha svelato che i motivi di tale blocco sono sotto il controllo dell’organizzazione.

A capeggiare la classifica dei motivi di stallo troviamo al primo posto la mancanza di risorse: il 53% del campione rivela che il metodo con cui vengono stanziati o assegnati fondi è la principale causa del problema. Seguono la qualità ed esecuzione della strategia ma anche l’incapacità dell’azienda di tradurre quest’ultima in una progettazione di trasformazione. Infine, esistono anche fattori che richiedono più tempo per essere risolti come la cultura della gerarchia e modalità di lavoro in silos che frenano lo slancio digitale.

Contrariamente a quello che si pensa, solo il 6% degli intervista attribuisce lo stop a cause esterne.

Come ricostruire lo slancio digitale

Quando un’azienda perde lo slancio, quali misure intraprende per rimettersi in gioco? Il 36% del campione ha evidenziato come le interruzioni legate ai problemi di risorse ed elementi esterni – per citare le due cause segnalate come più probabile a meno probabile – sono inevitabili ma la soluzione per la ripresa si può trovare proprio attraverso quest’ultime.

Secondo la survey sono due le sfide più difficili: la chiarezza e la qualità della strategia. Il 40% degli intervistati che ha riscontrato la mancanza di chiarezza, ha affermato che non ha raggiunto nemmeno un quarto degli obiettivi complessivi della trasformazione.

I risultati inoltre confermano che determinati interventi sono più efficaci di altri. Intraprendere un programma di gestione del cambiamento, migliorare il modello economico e l’impatto della trasformazione e sviluppare un solido piano di comunicazione interna. Tutti e tre sono tra i cinque interventi più comuni che le aziende intraprendono. L’intervento più comune è sostituire il leader della trasformazione, mentre il meno comune è effettuare un’acquisizione.

Un altro elemento da tenere in considerazione è chi inizia l’intervento di ripresa dallo stallo. I CEO sono quelli che avviano più interventi di chiunque altro e il 40% dei progetti ottiene successo. Ciò nonostante non sono una garanzia.

 

Tre azioni per superare o evitare uno stallo nella tua trasformazione digitale

Creare chiarezza strategica e impegno

Creare una strategia chiara, semplice e stimolante che descriva come le tecnologie digitali e le modalità di lavoro consentiranno nuove proposte di valore e modelli di business; questa strategia si potrà applicare a cascata in tutta l’organizzazione.

Migliorare il modello economico della trasformazione

Il modello deve essere aggiornato frequentemente dal momento che i leader devono rivedere le ipotesi sul modello di business e sui risultati finanziari attesi in modo da poter prendere decisioni di investimento e compromessi che manterranno l’organizzazione in movimento nel suo viaggio digitale

Creare un accordo di esclusività con le risorse per le competenze esecutive

Le organizzazioni devono anche cambiare i loro approcci all’acquisizione e allo sviluppo dei talenti, i loro modi di lavorare e i loro processi operativi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.