Posted On 28 Luglio 2021 By In Supply Chain With 93 Views

Catturare il valore della sostenibilità

Il cambiamento climatico rappresenta da una parte un rischio aziendale ma dall’altra è un’occasione per creare valore. Grazie a una survey pubblicata ad aprile da McKinsey è stato possibile individuare alcune pratiche comuni tra le aziende che generano valore dai propri programmi di sostenibilità che diventano un elemento della cultura aziendale.

Le aziende che creano valore sono più propense inoltre a coinvolgere i propri clienti e partner commerciali nella sfera della sostenibilità attraverso la collaborazione con gli stessi per risolvere per affrontare problemi in questo senso, l’adeguamento dei portafogli di prodotti, la selezione e valutazione dei supplier. Da qui a cinque anni, 2 intervistati su 5 affermano di aspettarsi che le proprie aziende punteranno a generare valore da un approccio più green. Ma da dove partire? Da cosa lasciarsi ispirare? Le pratiche delle realtà virtuose di oggi offrono un ottimo esempio.

Le pratiche per generare valore dalla sostenibilità

Avere una prospettiva ottimista

La sostenibilità “paga”, genera guadagni ed entrate e altri vantaggi indiretti che aumentano la percezione positiva del brand. Gli intervistati sono ottimisti sul fatto che i programmi di sostenibilità produrranno valore in futuro. Oltre alla percentuale che afferma che questi programmi hanno già creato valore, il 40%, afferma anche di aspettarsi un valore modesto o significativo nei prossimi cinque anni. Tra questi appartenenti a settori come quello automobilistico, energia elettrica e gas naturale, oil&gas e viaggi, trasporti e logistica, che svolgono un ruolo fondamentale nel frenare il cambiamento climatico.

Aggiungere un intento strategico

I “creatori di valore” mostrano un approccio strategico e mirato che differisce da quello di altre aziende in diversi modi:

  • i CEO di queste realtà vedono la sostenibilità come priorità nell’agenda strategica
  • le loro organizzazioni affrontano la sostenibilità per raggiungere il loro scopo organizzativo
  • per allinearsi con i loro obiettivi, missione o valori
  • per avere un impatto tangibile e positivo su un problema
  • sviluppano indicatori chiave di sostenibilità

Coinvolgere tutto il team

Gli sforzi di sostenibilità devono essere condivisi da tutto il team per poter portare a qualcosa. E questa è un’altra delle caratteristiche che contraddistinguono i team che creano valore da quelli che non lo fanno. Nel concreto, tutti i dipendenti ricevono una formazione sull’integrazione delle pratiche di sostenibilità nel loro lavoro e che i dipendenti comprendono come gli sforzi per la sostenibilità si allineano con la strategia dell’azienda.

Soddisfare le aspettative dei clienti

Comprendere le aspettative dei clienti e modificare di conseguenza i propri prodotti, si aggiunge alla volontà già condivisa di coinvolgere i propri dipendenti. Le aziende “creatrici” cercano l’input dei clienti sugli attributi di sostenibilità dei loro prodotti e servizi ed evidenziano tali attributi nei loro sforzi di marketing:

  • modificare i design dei prodotti
  • sviluppare nuovi modelli di prodotto
  • affrontare i problemi di sostenibilità e offrire marchi sostenibili.

Generare collaborazione lungo la catena del valore

La maggior parte degli impatti sulla sostenibilità deriva dalle attività dei loro fornitori, produttori a contratto, distributori e altri partner della catena del valore:

  • gestione dell’energia
  • uso dell’acqua
  • produzione di rifiuti presso le proprie strutture
  • prendere decisioni sui propri portafogli di siti
  • monitorare le prestazioni di sostenibilità dei fornitori
  • efficientamento delle  reti di trasporto e distribuzione

In generale le aziende con programmi di sostenibilità pianificano e gestiscono questi programmi di sostenibilità con la stessa disciplina e impegno che applicano ad altre iniziative imprenditoriali. Ecco come:

  • trattando la sostenibilità come opportunità di fare business: stabilire aspirazioni tangibili per i programmi di sostenibilità, creare obiettivi di performance quantitativi, tenere a mente le aspettative dei consumatori e le richieste degli investitori.
  • assegnare la responsabilità delle iniziative di sostenibilità ai capi delle funzioni e delle divisioni e dando loro i relativi obiettivi di performance.
  • creare coalizioni con altre realtà del settore: lavorare insieme per stabilire nuovi standard, promuovere l’innovazione tecnologica e molto altro.

Ecco i consigli di McKinsey da cui puoi trarre spunto per dare una sterzata Green alla tua realtà. Partire dalle piccole cose, per generare un grande impatto: è questa la direzione!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.