Posted On 27 agosto 2018 By In News, Supply Chain With 360 Views

Maersk testa una rotta di navigazione attraverso l’Artico

L’ultima area di ghiaccio”, la calotta glaciale più spessa e antica del circolo polare artico, si è fratturata per la prima volta a causa del caldo senza precedenti che ha colpito l’area, riporta The Guardian.

Lo scioglimento dei ghiacci polari desta numerose preoccupazioni per la salute del nostro pianeta. Tra i risvolti di questo fenomeno c’è la possibilità di navigare attraverso zone prima impraticabili e tra le ultime a non essere state modificate dall’intervento umano.

La compagnia di trasporti marittimi Maersk, spiega Francis Churchill su Supply Management, sta pianificando la partenza della prima nave container attraverso l’oceano Artico a nord della Russia.

La nave verrà spedita da Vladivostok a San Pietroburgo attraverso la rotta del mare del Nord: passando dallo stretto di Bering, tra la Russia e lo stato americano dell’Alaska, e attraverso l’oceano Artico.

Maersk ha dichiarato che si tratta di un singolo viaggio pensato per esplorare una nuova rotta e raccogliere dati scientifici, e non considera l’itinerario una fattibile alternativa commerciale a quelli esistenti tra l’Europa e l’Asia.

«L’attraversamento di prova ci permetterà di esplorare la praticabilità del trasporto marittimo di container attraverso la rotta del mare del Nord e di raccogliere dati. Al momento, non consideriamo questa rotta un’alternativa commerciale al nostro network esistente, che viene definito dalla domanda dei nostri clienti, dalle rotte del commercio e dai centri abitati».

Maersk sta pianificando di far salpare la nave intorno al primo settembre, e ha dichiarato che l’arrivo a San Pietroburgo è previsto verso la fine del mese. Ciò renderebbe la nuova via fino a due settimane più veloce rispetto a quella che attualmente collega l’Asia all’Europa. La nuova rotta evita inoltre il Canale di Suez. Tuttavia, è ancora navigabile solo da navi più piccole e Maersk ha affermato che la propria imbarcazione verrà accompagnata da una nave rompighiaccio russa.

Maersk probabilmente invierà una delle sue nuove navi della categoria ghiaccio, di medie dimensioni e con uno scafo più resistente, in grado di trasportare circa 3.600 container. La compagnia possiede sette navi di questa tipologia.

Dal momento che lo scioglimento dei ghiacci nell’Artico continua ad aprire vie di navigazione, il mare del Nord è stato promosso come una rotta percorribile a lungo termine alternativa a quella tradizionale del Sud, che passa attraverso il Mar cinese meridionale, intorno all’India e, attraverso il Canale di Suez, nel Mediterraneo.

La rotta è stata già attraversata in precedenza per scopi commerciali da petroliere, ma questa sarà la prima nave container a compiere il viaggio.

Lascia un commento