Posted On 4 Dicembre 2019 By In Supply Chain With 314 Views

Supplier innovation: collaborazione stretta tra aziende e fornitori

supplier innovation collaborazione tra aziende e fornitori

Secondo un’analisi di McKinsey&Company, le aziende di ogni settore stanno registrando un aumento significativo della domanda di prodotti e servizi innovativi e si muovono verso la supplier innovation. I clienti desiderano prestazioni migliori, nuove funzionalità anche su misura per le loro esigenze individuali. Di conseguenza, i cicli di vita dei prodotti si stanno riducendo, mentre la complessità aumenta. 

Portare sul mercato un’idea innovativa può richiedere la padronanza di campi completamente nuovi: anche i prodotti relativamente semplici ora incorporano elettronica, software e servizi digitali. Nella maggior parte dei settori, i principali attori devono gestire l’innovazione attraverso diversi tipi di tecnologie concorrenti o complementari.
I manager hanno riscontrato che il rapido cambiamento tecnologico ha creato eccedenze di talenti in determinati settori della progettazione e dell’ingegneria meccanica, mentre permangono carenze critiche nell’analisi dei dati e nell’ingegneria del software. Insieme, queste pressioni spingono le aziende a chiedere ai propri fornitori un ulteriore coinvolgimento nel processo di innovazione e nel carico di lavoro. Come molti hanno riscontrato, tuttavia, una supplier innovation è difficile da portare a termine. 

Il valore aggiunto della supplier innovation

I fornitori possono anche offrire valore che le aziende potrebbero trovare difficili o impossibili da generare internamente. Ad esempio, un fornitore può avere un significativo vantaggio nell’applicazione di una tecnologia specifica. Scopriamo che le innovazioni di provenienza esterna sono in genere commercializzate il 40% più velocemente delle idee coltivate in casa, spesso perché sono già state parzialmente convalidate dal fornitore.
I fornitori con sede nei mercati regionali, inoltre, possono avere una profonda comprensione delle esigenze locali, aiutando lo sviluppo di offerte interessanti per quei clienti. In Cina, ad esempio, numerosi OEM (Original Equipment Manufacturer) del settore automobilistico stanno collaborando con le grandi aziende Internet del paese per costruire servizi di auto connesse, come la navigazione o il commercio elettronico a bordo. Altri produttori europei hanno anche integrato i servizi delle principali società Internet cinesi nei loro veicoli del mercato cinese.

L’innovazione dei fornitori può creare opportunità di business completamente nuove. Lavorare a stretto contatto con un fornitore sin dalle prime fasi di sviluppo di un’idea può sbloccare nuove opportunità per ottimizzare i costi o ridurre il costo totale di proprietà. Collaborazioni strette aiutano i progetti a funzionare senza intoppi, con risultati migliori e tempi di sviluppo più brevi, poiché le parti coinvolte impiegano più tempo a risolvere i problemi e meno a negoziare.

Non una semplice collaborazione

Molte aziende hanno già relazioni complesse e collaborative con i loro fornitori: l’esternalizzazione di determinate attività di ricerca e sviluppo, l’impegno in riduzioni congiunte dei costi o progetti di ottimizzazione. La supplier innovation fa parte della strategia generale di collaborazione con i fornitori di un’organizzazione ma richiede una diversa relazione. Ciò che la distingue è che mira a consentire fonti di valore completamente nuove. Ciò potrebbe comportare la creazione di nuovi prodotti o servizi, la ricerca di nuovi modi per eliminare costi e sprechi (che si tratti di prodotti, catene di fornitura o operazioni di produzione) o l’utilizzo di dati condivisi per creare nuovi tipi di offerta dei clienti.

Un approccio sistematico per l’innovazione del fornitore

Tali partenariati possono assumere molte forme, da allentate collaborazioni ad alleanze formali, joint venture, investimenti di minoranza o persino acquisizioni complete. Una volta avviata, la collaborazione con i fornitori può evolversi quasi impercettibilmente nell’innovazione dei fornitori. Allo stesso modo alcuni sforzi di innovazione dei fornitori sono transitori, concentrandosi solo su un problema o un’opportunità specifici. Altri possono evolversi in relazioni che durano tutta la vita tra organizzazioni. I partecipanti possono concordare di condividere tutta la proprietà intellettuale generata in un progetto o solo una parte di esso.
Abituati a trattative difficili e occasionalmente a contraddizioni, sia gli acquirenti che i fornitori possono trovare difficoltà a passare a un modo di lavorare più a stretto contatto. L’acquirente potrebbe essere preoccupato di rivelare troppo delle proprie capacità, il fornitore può essere riluttante a fornire dettagli sui propri costi e capacità oppure può diffidare dell’interesse strategico dell’acquirente, temendo lo sfruttamento.

I 4 aspetti per sviluppare la supplier innovation:

Priorità strategica: in quali aree di prodotto, tecnologia o processo dovremmo innovare con i fornitori?

Selezione dei partner: chi dovrebbero essere i nostri partner per l’innovazione?

Allineamento: quali sono gli incentivi per entrambi partner? Come gestiremo i rischi?

Infrastruttura e governance: come verranno eseguiti e gestiti i progetti?

Lascia un commento