Posted On 23 settembre 2016 By In Srm With 514 Views

Vendor e distribuzione: la formula vincente dei C&C Brevi

Scegliere il giusto partner può fare la differenza nella supply chain. Quali sono i punti forza da ricercare per assicurarsi una distribuzione efficiente? Meglio puntare sulla digitalizzazione dei processi o sulla presenza territoriale? La buona notizia è che non è necessario fare una scelta tra questi due “must have”, entrambi i criteri sono fondamentali per un business di successo e soprattutto uno non esclude l’altro.

Ne sono esempio C&C Brevi, uno dei principali protagonisti della distribuzione informatica italiana IT, risultante dal sondaggio “Channel Watch” di Context il “distributore preferito dai reseller italiani”.

Nell’indagine di settore svolta dalla società inglese, i vendor mettono infatti in risalto l’importanza dei Cash & Carry di Brevi sul territorio, come punto forza per la presenza a livello locale. La distribuzione capillare degli store di Brevi permette di coprire ampie aree e raggiungere un gran numero di rivenditori, avvicinandosi in particolare al mondo delle PMI.

«I Cash & Carry sono fondamentali per il nostro business perché ti aiutano a essere presenti sul territorio e a toccare con mano le esigenze dei rivenditori. Questi ultimi, inoltre, hanno la possibilità di toccare con mano i prodotti e parlare direttamente con il vendor».

Gaetano Sanseverino, Sales Account Cash & Carry di Brother

Ma non è solo il numero di Cash & Carry a fare la differenza; anche il rapporto diretto tra rivenditore e vendor rappresenta un valore aggiunto in grado di rafforzare la supply chain, perché ciascun attore si rende conto in prima persona delle esigenze e della qualità del lavoro del proprio partner.

Dunque rimane importante la digitalizzazione dei processi che però non può prescindere dal contatto diretto con il cliente, che viene per esempio a mancare negli operatori che lavorano esclusivamente via web.

Realtà come Samsung, Kingstone e Atlantis -e molte altre- si affidano a C&C Brevi come distributore nazionale, confermando che il rapporto diretto “vendor-distributore” affiancata al presidio territoriale degli store, rappresenta una formula di successo.

Fonte: Digital4.biz