Posted On 22 maggio 2018 By In Finance With 151 Views

Findynamic: Dynamic Discounting

Il Dynamic Discounting è una delle forme più innovative ed efficienti per finanziare il capitale circolante. Una delle sue peculiarità come strumento di Supply Chain Finance, risiede nel fatto che l’iniziativa non parte dal finanziato come ad esempio nel factoring tradizionale, bensì dal finanziatore, ovvero dalle aziende capofila delle filiere, a beneficio dei propri fornitori.

Con il Dynamic Discounting viene offerta la possibilità ai fornitori, di decidere quando vedersi pagate le proprie fatture, spesso con un tempo di esecuzione di 24 ore, con una operazione in 3 click (entro, scelgo e confermo) ed anche da remoto. Questa è l’offerta che Findynamic è in grado di proporre ai responsabili acquisti delle aziende, affinché loro stessi possano dare un servizio sempre più conveniente ed efficiente ai loro fornitori, includendo nell’offerta, le due variabili indispensabili di finanza e tecnologia. Il responsabile acquisti ha tra i suoi compiti più alti, ancorché non esclusivi, il creare una strategia di approvvigionamento efficace, di scegliere i fornitori adatti alla sua esecuzione ed a curarne la relazione, affinché il ciclo passivo possa alimentare l’azienda con tempi e modi corretti ed al giusto prezzo. La relazione e la vicinanza ai fornitori, comprendendone le esigenze, rappresenta senz’altro un investimento in questo senso.

L’offerta di Findynamic è ispirata da una logica di filiera, dove l’investimento nella cura della relazione con i fornitori, vuole essere win win e consentire un margine di guadagno ad entrambi le parti. L’azienda cliente mette a disposizione, la sua liquidità e una finestra sulle fatture fornitori, affinchè questi ultimi le possano verificare ed incassare. Il fornitore dal canto suo riconoscerà, all’azienda cliente uno sconto più che competitivo rispetto al suo costo del denaro, ma senza dover sottostare ai tempi, alla burocrazia e agli obblighi che il sistema finanziario tradizionale impone. Come dire la liquidità dalla filiera e per la filiera, senza intermediazioni, solo cliente e fornitore che si distribuiscono le risorse monetarie con i relativi costi (minor costi ovvero guadagni).

Il servizio offerto al fornitore, è non solo di supporto finanziario, al punto che si potrebbe consentire allo stesso la riduzione del numero di banche (da 5 a 3?), ma è altresì un servizio spiccatamente gestionale basato sulla virtuosità della proposta. Findynamic, infatti, si appoggia sui sistemi informatici del cliente, e da un lato non chiede al fornitore “tradizionale” di cambiare le sue abitudini, mentre dall’altro, per quello digitalmente evoluto, che ad esempio voglia anticipare la fatturazione elettronica obbligatoria dal 2019, diventa premiante in quanto accelera la performance, velocizzando l’anticipo.

Findynamic è un azienda FinTech, che utilizza le tecnologie più avanzate per abbracciare circolarmente il ciclo passivo, e promuove il processo di smaterializzazione/digitalizzazione documentale. “Velocità e sicurezza, digitalizzazione e cura delle relazioni che valgono, non possono che i essere i pilastri del ciclo passivo dell’impresa che evolve” Enrico Viganò, fondatore di Findynamic.

 

di Enrico Viganò

immagine enrico vigano

 

 

Enrico Vigano, fondatore di Findynamic, esperto in operazioni di Finanza Straordinaria e Private Equity. Significativa esperienza internazionale in Finanza sia in Europa che in Medio Oriente dove ha ricoperto importanti incarichi manageriali e di Consulenza presso prestigiose società.

 

 

logoFinDynamic-203x33

Lascia un commento