Posted On 17 Novembre 2018 By In Archivio Magazine With 74 Views

Risk analysis & management

magazine-5-2018

Individuare, gestire, mitigare il rischio

The Procurement Magazine anno 4 n.5 Novembre – Dicembre 2018

L’editoriale

2019… Eccetera

di Micol Barba

Nel 2009, il Louvre commissionò a Umberto Eco di organizzare una serie di conferenze, esposizioni, letture, concerti, proiezioni e altro ancora su un argomento a sua scelta ed egli, senza esitazione, propose il tema dell’elenco.

In fondo, spiega Eco, quella fu una scelta per lui naturale. Fin dai suoi studi aveva sempre avuto una predilezione per le liste, che si ritrovano in abbondanza anche nei suoi romanzi e, come racconta nel suo saggio Vertigine della lista, in letteratura come nell’arte e nella vita quotidiana, le forme di enumerazione sono varie.

Liste aperte o chiuse, di forme e luoghi, elenchi visivi, liste per spiegare l’indicibile, liste di cose, liste pratiche e poetiche, per proprietà e per essenza, enumerazioni di collezioni, liste caotiche e scambi di liste.

Insomma, l’elenco, degli elenchi, è lungo, vertiginoso e la creazione di liste è un esercizio prezioso che spesso adottiamo anche nel lavoro quotidiano. In questo periodo dell’anno, poi, credo che le liste risultino particolarmente indicate per ripercorrere tutte le tappe del 2018 di The Procurement: i congressi e i meet up tra Milano, Padova, Bologna e Roma, la cerimonia degli Awards a Palazzo Litta, i magazine stampati, le interviste, i nostri partner, i nuovi contatti, le mani strette, lo stress e le soddisfazioni, le riunioni, le idee discusse, i post e le mail pressoché infinite.

Una lista indissolubilmente legata a quella che si può formulare per il procurement: obiettivi, criticità, saving, sfide, lean, agile, predittivo, trasformativo, sinergico, creatore di valore, innovazione, sostenibilità, e tanto altro.

Ecco quindi che l’uso della lista viene in nostro aiuto, alla domanda “cos’è The Procurement?”.

Non potendo descrivere ciò che facciamo con una sola parola o classificazione (e di questo ne siamo felici perché corrisponde al nostro intento), possiamo proporre un elenco multiforme che, come per certi quadri, lascia intravedere che oltre la cornice c’è altro, ossia un progetto in continua crescita.

Per dirla ancora con Umberto Eco, The Procurement è una lista pratica (che diventa poetica per noi che la alimentiamo ogni giorno), aperta a nuovi input. È una lista che sa prendere forma, come per il volto barocco di fiori, frutti e piante dipinto dall’Arcimboldo (La Primavera, 1573. Paris, Musée du Louvre) e la Community che stiamo costruendo, è come l’elenco di Omero, nell’Iliade, quando per descrivere la grandezza dell’esercito greco, nel secondo canto, nomina solo i capitani e le navi, perché a nominarli tutti non basterebbero «dieci lingue e dieci bocche».

E cosa attende The Procurement per il 2019? Il palinsesto è pronto, così come il piano editoriale, e viste le tante idee alle quali vorremmo dare forma, non posso che concludere la lista delle cose che faremo con una piccola vertigine e un significativo… eccetera.

Scrivi a m.barba@theprocurement.it  per collaborare o suggerire nuovi argomenti.

Sfoglia la preview del magazine:

Risk Analysis & Management. Individuare, gestire, mitigare il rischio.

Consulta l’archivio completo… >>

Se sei abbonato effettua il log in e scarica il magazine in formato digitale.


Read More