Posted On 20 marzo 2018 By In Sostenibilità With 242 Views

La Commissione europea presenta un piano d’azione per la finanza sostenibile

La Commissione europea, in vista del difficile raggiungimento degli obiettivi dell’Accordo di Parigi per il 2030, tra cui la riduzione del 40% delle emissioni di gas serra, ha istituito un piano d’azione per un’economia più sostenibile.

Per mantenere gli impegni presi nell’Accordo e nell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite per lo sviluppo sostenibile, infatti, è necessario coinvolgere anche il sistema finanziario, garantendone da una parte la stabilità, ma orientandolo dall’altra verso una crescita economica più sostenibile.

Nel 2016, la commissione aveva incaricato un High-Level Expert Group di elaborare delle linee guida per il settore finanziario, per guidare la transizione verso un’economia a ridotte emissioni di CO2. A partire dal report finale del gruppo, presentato a gennaio 2018, l’8 marzo la commissione ha proposto una strategia europea per rendere la finanza sostenibile, delineando un piano d’azione che coinvolge tutti gli attori rilevanti nel sistema.

Tra le misure previste, una tassonomia o classificazione unificata dell’Ue per definire cosa è sostenibile e definire le aree dove gli investimenti sostenibili possono avere maggiore impatto, così come la creazione di marchi Ue per i prodotti finanziari green sulla base del sistema di classificazione europeo.

Si farà chiarezza anche sul dovere dei gestori di attività e degli investitori istituzionali di tener conto della sostenibilità nei processi di investimento, e le compagnie assicurative così come le imprese di investimento dovranno consigliare i clienti sulla base delle loro preferenze sulla sostenibilità.

Inoltre, la sostenibilità sarà integrata nei requisiti prudenziali delle banche, assicurando al tempo stesso la stabilità finanziaria. Per quanto riguarda le imprese, l’idea è quella di rivedere le informazioni societarie, per allineare le informazioni non finanziarie alle raccomandazioni della task force del Consiglio per la stabilità finanziaria.

La commissione ha fissato per il 22 marzo 2018 una conferenza di alto livello per discutere il piano d’azione.

Lascia un commento