Posted On 1 Marzo 2022 By In Sostenibilità With 141 Views

Responsabilità sociale e Social Procurement

Responsabilità sociale. Cos’è? In quali settori è applicabile? Perché sempre più oggi sentiamo parlare dell’importanza di agire responsabilmente all’interno del panorama aziendale?

Domande che sorgono spontanee, visti i riflettori puntati sull’operato delle organizzazioni di tutto il mondo e sul loro impatto ambientale, sociale ed etico che interessa la società a 360 gradi.

In questa direzione, le imprese di tutti i settori stanno aumentando gli sforzi e gli investimenti per rendere le loro catene di approvvigionamento più sostenibili e più trasparenti per i clienti.

Secondo i dati riferiti dal Financial Times, il ruolo dei responsabili della sostenibilità è cresciuto notevolmente negli ultimi anni, acquisendo funzioni decisionali e privilegi esecutivi. Il ruolo del Chief Sustainability Officer è entrato nella struttura manageriale, entusiasmando sia gli investitori che i potenziali dipendenti, vista la sua capacità di affrontare i più importanti temi di sostenibilità, tra cui il rischio della catena di approvvigionamento, la salute e la sicurezza dei dipendenti e l’impatto del rischio climatico.

Come chiarito da Forbes, il tema della responsabilità sociale, sta guadagnando terreno nel mondo aziendale. In particolare, emergono frequentemente due termini: CSR – responsabilità sociale d’impresa e ESG– environmental, social e governance. Entrambi i termini si riferiscono alle responsabilità sociali delle imprese. Da un lato, la CSR ritiene le aziende responsabili dei loro impegni sociali in modo qualitativo, dall’altro l’ESG aiuta a misurare e quantificare tali sforzi.

In questa prospettiva, un’impresa socialmente responsabile è ben posizionata per ottenere una crescita e uno sviluppo sostenuti. I criteri ESG contribuiscono a garantire che i processi interni siano socialmente e ambientalmente sostenibili, generando risparmi sui costi, riducendo gli sprechi e ottimizzando l’allocazione delle risorse. Inoltre, come sostenuto da Forbes, un programma ESG può anche aiutare ad attrarre e trattenere i migliori talenti attraverso politiche occupazionali eque, aumentando la produttività aziendale e riducendo i costi legati agli alti tassi di turnover e alla successiva formazione introduttiva.

 

Social Procurement

In questa contesto si inserisce il concetto di social procurement, vista la posizione strategica acquisita degli approvvigionamenti e il ruolo chiave nella promozione di idee sostenibili, attraverso scelte eticamente trasparenti.

Procurious è convinto che sfruttare e applicare le strategie sostenibili possa essere utile per costruire carriera, poiché per il business globale, l’attuazione di pratiche indirizzate alla sostenibilità si rivela vitale per mantenere alta la competitività dell’azienda e dei suoi dipendenti.

L’idea di social procurement è definita nell’ottica di adozione di pratiche sostenibili all’interno delle catene di approvvigionamento globali, quali la promozione del valore sociale nelle comunità locali, la riduzione al minimo dell’impronta di carbonio o l’approvvigionamento etico.

In particolare, Procurious sostiene che un modo infallibile per rendere a prova di futuro qualsiasi carriera nell’approvvigionamento è comprendere rapidamente concetti di sostenibilità e capire come possono essere applicati concretamente al proprio lavoro e al proprio ruolo all’interno dell’organizzazione.

Inoltre, le aziende tendono a concentrarsi su questi aspetti per una serie di motivi. Spesso hanno bisogno di soddisfare clienti o investitori, altre volte devono stare al passo con normative in continua evoluzione e concorrenti innovativi. Per formulare qualsiasi tipo di strategia è necessario tener conto di tutti i fattori in gioco.

 

Una strategia di social procurement

Le crescenti pressioni interne ed esterne che circondano il mantenimento degli standard in ogni fase della produzione necessitano di strategie che garantiscano la massima trasparenza possibile all’interno di ogni livello, guardando agli strumenti, alle competenze e ai dati necessari per ottenere successo.

I responsabili dell’approvvigionamento svolgono un ruolo fondamentale nel plasmare l’ESG organizzativo, sia direttamente attraverso le decisioni di acquisto che indirettamente, influenzando la progettazione del prodotto.

Trovare un modo per collegare l’approvvigionamento sostenibile con la strategia organizzativa è fondamentale per costruire carriera e posizionarsi in maniera strategica rispetto agli obiettivi più ampi.

CSR ed ESG possono fornire i principi guida e le misure che rendono gli impegni sociali attuabili e direttamente vantaggiosi per la propria azienda, soprattutto nel lungo periodo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.